2

GADGET PER I PREISCRITTI

Pubblicato il 12.4.18

Ecco l’edizione 2018 dell’ormai storica maglietta che daremo ai primi 180 pre iscritti alla nostra stupenda gara.

Dal 1° di maggio tenete d’occhio il sito e pre iscrivetevi per tempo.

.facebook_1523447746390

0

image


image

1

TRAIL DELLO ZINGARO

Pubblicato il 20.3.18


Marzo 2018 . Il video della nostra trasferta in Sicilia.

0

Una maratona…..spinta!

Pubblicato il 19.3.18

Riportiamo il breve racconto dell’esperienza fatta dal valbossino Francesco Mininni alla maratona di Torino

Mi è venuta l'idea di diventare spingitore dopo aver visto i Maratonabili alla maratona di Firenze dello scorso anno sotto un'acqua battente e un freddo becco! Mi sono emozionato a vedere questi ragazzi “speciali” correre, se così si può dire, una maratona.

Per Natale mi sono fatto il regalo di associarmi ai Maratonabili e ieri ho avuto la conferma di quanto possa essere bello fare una gara con loro.

Devo dire che ero emozionato e teso ma il primo a mettermi a mio agio è stato proprio Cosimo, il ragazzo che ho spinto insieme ad altri due Angeli.

Ha praticamente cantato per tutto il percorso; dalla partenza all'arrivo è stata solo festa.

Canti, cori, casino! La gara più leggera mai fatta, senza assilli di tempo o prestazione.

Il primo pensiero dopo aver finito è stato quello di vedere quando sarà la prossima festa con loro.

Chissà, magari che qualche altro valbossino avrà voglia di seguirmi, c’è posto per tutti.

Francesco Mininni

IMG-20180319-WA0001IMG-20180319-WA0002

0

Sabato a Verres, Valle D’Aosta, si è svolto il Castle’s Trail di 22 km e 1500 D+. Presenti Alberto Zecchi 59° in 2h44’27”, Andrea Poggioni 100° in 2h59’18” e Mauro Rodighiero 306° in 4h02’22”.

IMG_20180310_083711

Domenica, in provincia, sotto la pioggia del mattino, campionato provinciale di cross a Ternate. Ottimo il secondo posto assoluto con medaglia d’argento di categoria M45 per Fernando Coltro. Al nono posto Antonio Rondinelli mentre Gianni Giamberini si aggiudica la terza posizione in SM 70.

TernateVoltorre

Nel pomeriggio, ancora sotto la pioggia, si è tenuta la classica Tre Valli Voltorresi a Voltorre. Non molto abbondante la partecipazione alla competizione che quest’anno non fa più parte del circuito piede d’oro. Tra i valbossini presenti segnaliamo il nono posto assoluto di Antonio Rondinelli, che non pago della gara del mattino ha fatto doppietta, ed il quinto femminile di Sofia Barbetta.

A Parabiago per la 10 km su strada Edoardo Romani ha chiuso in 44’36” al quarto posto in categoria SM 65

Parlando di mezze maratone a Brescia presenti Stefania Abbiati, 1h40’20”, e Silvano Crosta, 1h40’21”, mentre alla Roma Ostia hanno corso Luciano Giamberardino, 1h22’31”, e Fabio Bosetti, 1h31’41”.

Brescia

A Brescia per la maratona Adriano Di Raimo chiude in 3h42’57”.

A Quarna (NO) si è svolto il Q trail di 23 km e 1200 D+. Max Valsesia chiude 19° in 2h44’14”

Complimenti e buone corse a tutti.

0

WEEK END VALBOSSINO

Pubblicato il 27.2.18

Iniziamo il resoconto del weekend di corsa andando in mezzo all'oceano Atlantico, sull'isola di Gran Canaria. Fabio Di Giacomo ha corso in modo magistrale la Transgrancanaria, ultra trail di 128 km e 7.800 D+ (dati rilevati dal suo Garmin). Quest'anno Fabio è appoggiato da Eolo Team e grazie al piano di allenamento di Fulvio Massa e l'integrazione di Kratos Sport ha ottenuto una grandissima 20^ posizione assoluta in 15 ore e 16 minuti. E' anche il secondo italiano classificato ma il dato più stupefacente è il miglioramento del crono. Lo scorso anno aveva chiuso in 18 ore e 22 minuti, ha quindi migliorato di oltre tre ore! Come si usa dire in questi casi: chapeau

Insieme a Fabio sull'isola c'era anche Deborah che ha corso la 64 km chiudendo in 10 ore e 39 minuti. Bravissima!

Sabato pomeriggio a Trecate per il poker del cross novarese presente Antonio Rondinelli che si classifica 22° assoluto e 5° di M40. Completa così il circuito di campestri piemontesi tra le primissime posizioni di categoria.

Domenica è invece iniziato il piede d'oro con la “Marciando per la vita” di km 8,2 a Varese. Come sempre numerosi i valbossini presenti. Fantastica prestazione di Marta Dani che vince la gara in rosa mentre Fenando Coltro coglie un ottimo 8° posto in 31'03” migliorando di 20” la prestazione rispetto l'anno scorso.

Oltrepassando il lago d'Orta troviamo una gara che ritorna dopo dieci anni da assenza. Si tratta di una corsa in montagna, la Fontegno in corsa. Partenza e arrivo dal paesino di Cireggio, sopra Omegna, con percorso di 13,5 km e 700 D+. Breve giro di lancio in paese per poi affrontare la dura salita che porta al santuario di Fontegno. In meno di 2 km si sale di 600 metri. Tratto centrale molto divertente tra i boschi sopra Quarna e poi giù in discesa a tutta velocità fino all'arrivo. Presenti Zecchi, Poggioni e Basso tra i maschietti e Grisotto Rita, Bertuletti e Matovani tra le donne. Nonostante la lieve nevicata che ha imbiancato buona parte del tratto più in quota del percorso, tutti soddisfatti e divertiti i nostri valbossini. Unico rammarico non aver potuto godere del panorama a strapiombo sul lago d'Orta: obbligati a tornare il prossimo anno.

Ricordiamo che la prossima domenica, ad Azzate, si correrà il nostro Grand Prix della Valbossa. La gara è valida per il circuito piede d’oro ma propone anche una gara open aperta a tutti colori i quali presenteranno certificato medico ed avranno classifica e premiazione dedicata.

image      image

0

Con qualche giorno di ritardo vado a ricordare la corsa cui abbiamo partecipato la scorsa domenica in Liguria, più precisamente a Tovo San Giacomo.Valmaremola 2018

Gruppo leggermente rimaneggiato causa malanni di stagione, in sei valbossini abbiamo litigato con la sveglia per la levataccia domenicale. Arrivati in perfetto orario, espletate le formalità di rito, tutti pronti per la partenza. Nella distanza lunga, 27 km con 1600 D+, al via Marco Vicario, Paolo Anese ed il sottoscritto Poggio. Quindici minuti più tardi partiranno nella distanza ridotta, 15 km e 800 D+, Rita e Monica Grisotto e Massimo Colombo. Percorso molto muscolare e divertente con lunghi tratti di single track, lunghi traversoni vista mare e attraversamento di piccoli e caratteristici borghi. Suggestivo l’orrido che abbiamo attraversato al km 9, prima di scendere fino al punto più basso della gara e di incrociare successivamente i partecipanti alla corta. Ed infatti raggiungo Rita e Monica con cui scambio qualche battuta prima di ricominciare a spingere per quello che posso. Gestisco bene i primi 20 km, transito in zona arrivo e, mentre la gara corta termina, noi della lunga svoltiamo a sinistra e affrontiamo la salita più dura. Sono solo 800 metri in cui saliamo di 300 ma la pendenza è importante. Una volta in cima non è per nulla finita. Facciamo 3 km di continui saliscendi che segano le gambe. L’ultima discesa in un bosco ripido e scivoloso è stata attrezzata con delle corde. Arrivati nel fondovalle ci attende un guado con acqua bella fresca e 3 km pianeggianti che ci portano all’arrivo. Parlando di risultati personalmente sono soddisfatto anche se ho calato molto negli ultimi chilometri. Anche Marco Vicario è soddisfatto di questa gara che ha interpretato come allenamento in previsione degli appuntamenti lunghi che lo attendono nei prossimi mesi (Passatore 100 km e LUT 120 km). Paolo Anese ha preferito fermarsi al km 20 in quanto non perfettamente preparato per la distanza e, saggiamente, ha evitato di trascinarsi fino all’arrivo. Rita, Monica e Massimo hanno fatto un buon allenamento in previsione della trasferta siciliana e si sono divertiti, che è la cosa principale. Concludendo è una bella gara con percorso vario e impegnativo. Organizzazione buona ma che non trasmette la sensazione di aver speso bene la quota di iscrizione, soprattutto nel pranzo dopo gara.

Buone gare

Poggio