0

image

Il 24 febbraio 2017 torna M’illumino di Meno, tredicesima edizione.

Insieme a voi in questi anni abbiamo spento i principali monumenti italiani ed europei come gesto simbolico di risparmio energetico. Abbiamo cominciato quando ancora la sensibilità verso i temi ambientali era poco diffusa e dopo 13 anni di campagna la cura del pianeta è diventata sempre più impellente. Le sfide energetiche si rinnovano, così M’illumino di Meno si rinnova grazie alla partecipazione di centinaia di migliaia di sostenitori che si mettono in gioco in prima persona con azioni concrete.

Rinnoviamo l’invito a spegnere le piazze, le illuminazioni private e pubbliche il 24 febbraio 2017.

Oltre agli spegnimenti quest’anno invitiamo tutti coloro che aderiscono a compiere un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse. E’ dimostrato come la più grande dispersione energetica sia causata dallo spreco in tutti ambiti dei nostri consumi: alimentari, trasporti, comunicazione. Per questo Caterpillar invita tutti gli ascoltatori il 24 febbraio a condiVivere: dando un passaggio in auto ai colleghi, organizzando una cena collettiva nel proprio condominio, aprendo la propria rete wireless ai vicini e in generale condividendo la proprie risorse come gesto concreto anti spreco e motore di socialità.

Ci rivolgiamo come ogni anno alle istituzioni di tutti i livelli, alle associazioni culturali e a quelle sportive, alle scuole di ogni ordine e grado e soprattutto ai singoli cittadini perché M’illumino di Meno è soprattutto una giornata di festa energetica aperta a tutte le forme di creatività.

Quest’anno al mondo della scuola e dell’infanzia proponiamo di giocare a immaginare un supereroe del risparmio energetico e al mondo dello sport di mobilitarsi per il giorno di M’Illumino di Meno organizzando attività sportive di sensibilizzazione perché l’energia più pulita è quella che produciamo noi muovendoci senza inquinare.

Negli anni la partecipazione a M’Illumino di Meno è cresciuta in modo straordinario ed è giunto il momento di far diventare questa festa diffusa un appuntamento fisso e riconosciuto: stiamo portando avanti la proposta dell’istituzione della Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili.

Non ci resta che augurarvi Buon M’illumino di Meno!

Anche noi della Valbossa partecipiamo a questa lodevole iniziativa dal 2009, quindi siamo alla 9^ edizione. La sera di venerdì 24 Febbraio alle ore 20.00 ci troveremo presso la nostra sede per passare una serata in compagnia mangiando la polenta che, visto il l’alto indice di gradimento degli scorsi anni, sarà preparata di nuovo dal nostro grande Paolino Raffone, accompagnata da zola e salamelle.
La regola è sempre la stessa: ognuno porterà da casa il proprio piatto, bicchiere e posate naturalmente non usa e getta. E ognuno verrà munito di candela per illuminare il locale. Il costo è di € 5,00 a testa per gli adulti ed gratuito per i bambini. Questo perché tutto il mangiare e il bere sarà acquistato dal gruppo.

Se qualcuno ha piacere di portare qualche dolce fatto in casa sarà ben accolto.

UNA RACCOMANDAZIONE IMPORTANTE Per meglio organizzare è necessario però dare la propria adesione entro mercoledì 22 scrivendo un commento qui sul blog oppure avvisando Andrea Poggioni al numero 349.789.4370 andrea.poggioni@gmail.com oppure Angelo De Mieri 338.36.41.836
Vi preghiamo di cuore di “prenotarvi”; dobbiamo organizzare una cena per molte persone e se arriviamo all’ultimo momento rischiamo di non accontentare tutti.

Ci vediamo ad Azzate.

0

image

26 – 16 – 25 e poi 24 – 27 – 35

No, non sto dando i numeri. Sono le età dei podi maschile e femminile della gara a cui ho partecipato. Perché nella zona di Bergamo correre su per i monti è del tutto normale e il numero di partecipanti è sempre alto. Il vivaio giovanile è florido e fa ben sperare per il futuro.

Torno sempre volentieri da queste parti. La passione per la montagna e la corsa in natura è altissima e i risultati si vedono. Organizzazione impeccabile, percorso perfettamente pulito e segnato. Personale nei punti giusti sempre pronto ad un incitamento con la tipica cadenza dialettale che mi fa sorridere. Il percorso reso impegnativo dalla pioggia dei giorni precedenti ha accolto 480 atleti che hanno affrontato immediatamente la salita che porta in cima al monte Canto per poi proseguire su larghi sentieri con continui e impegnativi sali scendi. E' impressionante vedere quanto vadano forte in salita da queste parti. E anche quando il percorso inizia a scendere non si fanno intimidire, e superare è sempre impegnativo. Alla fine abbiamo corso per km 15,5 con 600 metri D+. I tempi dei primi sono stati di 1h05” e rotti, vuol dire girare a 4'05”/km e solo partecipando ci si può rendere conto che sono andati davvero forte. Ovazione per il secondo classificato, Andrea Rota, che con i suoi 16 anni è arrivato a soli 18 secondi dal vincitore. Starà nascendo una stella nel panorama corsa in montagna/trail/skyrunning? Vedremo.

Insieme al sottoscritto ha partecipato alla trasferta l'amica Simona Lo Cane che ha chiuso al nono posto femminile. Ottimo risultato considerando che oggi alla partenza c'erano quasi 100 agguerrite donne!!!

La stagione della montagna è agli inizi e per adesso bisogna stare in basso, ma tra pochi mesi avremo la possibilità di salire a sfiorare il cielo con un dito. E se qualcuno vorrà venire in compagnia faccia un fischio, sarà il benvenuto.

Poggio