1

MARATONA DI NEW YORK

Pubblicato il 9.11.11

articolo tratto da Varese News
La Maratona di New York 2011 è andata in archivio ieri con l'ennesimo dominio africano, con i successi del keniano Geoffrey Mutai (record del percorso in 2h05'06") sul connazionale e omonimo Emmanuel Mutai e all'etiope Kebede. Etiopia che si rifà tra le donne con la doppietta di Firehiwot Dado e Buzunesh Deba davanti alla keniana Keitany (qui l'albo d'oro completo). Nessun italiano protagonista (cinque i successi tricolori con la doppietta di Pizzolato, Poli, Leone e Fiacconi) nella gara principale ma vittoria azzurra nell'handbike grazie all'ex pilota Alex Zanardi, ormai grande specialista di questa disciplina paralimpica. Per lui anche il record della gara, 1h13'58".
Ma la corsa che si snoda per i canonici 42 chilometri e 195 nei cinque distretti della metropoli americana è prima ancora che un evento agonistico, un grande raduno di appassionati provenienti da ogni parte del mondo per disputare la più famosa delle maratone. Circa 47mila i partenti (ma la lista di quelli che hanno fatto richiesta era ben più lunga) tra i quali non sono mancati i podisti del Varesotto, provenienti dai quattro angoli della provincia per vivere un'esperienza tutta da raccontare.
Il migliore è stato un gallaratese, Bruno Bonicalzi, capace di scendere sotto le tre ore e chiudere al 583° posto assoluto; lo seguono Renato Grisolia di Sesto e Andrea Gambarini di Varese in meno di 3h10'. Tra i più meritevoli c'è anche Antonio Marzoli di Galliate Lombardo, 13° per la sua classe d'età e capace di terminare la fatica in 3h16'18". La prima donna targata Varese è invece Laura Colombo di Travedona Monate che ha coperto la distanza in 3h50'15".
Bravi anche i nostri colleghi del team "Notizie di Corsa" (foto in alto) formato da reporter in abiti sportivi: il fotografo principe di VareseNews, Simone Raso, ha corso in 4h39'21" al pari di Samuele Giardina, collaboratore della Provincia. Ha volato invece Andrea Manetta del "Giorno" in 3h53'36" mentre Francesco Caielli (Provincia) ha battuto l'infortunio a un piede terminando al di sotto delle 5 ore.
Tra i volti noti scopriamo l'ex calciatore Lele Ambrosetti al di sotto delle 4 ore, il consigliere regionale Paolo Valentini Puccitelli in 4h17', poco più rapido di "mister Tigros" Paolo Orrigoni (4h21"). L'ex pallanotista della Von Emanuela Mineo invece, al via con i colori degli Hic Sunt Leones (foto a lato), ha concluso in 4h42'.
Oltre a già citato Antonio Marzoli che ha migliorato di oltre 2 minuti il suo miglior tempo a NY, segnaliamo anche altri tre ,valbossini.
Stefano Modesti (l’avvocato volante) che termina la sua impresa in 3h27’15’’, il suo socio Luca Franceschet  col tempo di 3h54’11’’ e l'amico Carlo Rossi alla sua prima maratona col tempo di 3h49'.
Aspettiamo da Stefano e da chi vorrà la loro cronaca con impazienza
Il Pilo

1 commenti
  1. Massimo Colombo 10 novembre 2011 09:08  

    Complimenti a tutti, ma sopratutto al mio ex compagno di squadra (basket) Carlo Rossi da poco tempo valbossino alla sua prima maratona.
    Bravo bravo bravo.
    Ti aspetto alla cena del 18.