3

Volevo segnalere a tutti i Runners una gara molto carina che si svolge in terra elvetica, precisamente a Tesserete.
Sottolineo che è una gara only asphalt di sola salita, paragonabile alla nostra Cittiglio - Vararo ma... l'arrivo è uno spettacolo!
Ovviamente, come da prassi svizzera, l'iscrizione è comprensiva di premio di partecipazione, pasta party, uso di spogliatoio e doccia.
Alcuni di voi, compreso il sottoscritto, hanno già partecipato a questa gara e ne sono rimasti positivamente colpiti quindi... perchè non organizzare un bel gruppone Valbossa e conquistare Gola di Lago?
Saluti Andrea Basoli
P.S.: Tutte le informazioni necessarie le trovate nel volantino allegato.

tgdli09

6

Domenica 26 aprile, si è disputata la decima prova del piede d'oro svoltasi a Monvalle con l' undicesimo memorial Zedde  organizzato dal gruppo sportivo Monvalle . Il ritrovo era situato nel piazzale della chiesa con partenza dal campetto di calcio .

Alle ore 9.00 lo sparo e ... via tutti si parte !!! Siamo circa 500 temerari, sotto l'acqua battente partiamo ma, subito dopo poche centinaia di metri ci troviamo uno dietro l'altro per poter scendere da una discesa molto stretta ;

purtroppo il percorso è stato cambiato e mentre corriamo sentiamo alcuni runners che fanno commenti sul tracciato molto nervoso con alcune salite e discese in mezzo al bosco rese davvero pericolose a causa del terreno molto fangoso. In tantissimi punti era davvero difficile rimanere in piedi, sembrava di avere le saponette sotto i piedi e a mio avviso , credo che  le numerose cadute da parte degli atleti abbiano fatto rimpiangere il vecchio tracciato e tralasciando il fatto che il  maltempo ha fatto la sua parte  il percorso lungo dieci km e cento metri dati dal mio garmin ha costretto  in alcuni punti gli atleti a delle camminate in compagnia "neanche fosse una scampagnata ".

Tutto sommato è stato divertente vedere tutti quei sederi infangati dalle numerose cadute ;alcuni erano  tutti marroni, sporchi dalla testa ai piedi .

Ci vediamo tutti domenica prossima 3 maggio per la 25 ° camminata cuvegliese organizzata dalla pro loco Cuveglio  con percorso da 11  e 5 km . ciao e buone corse a tutti

by claudio

Classifica Valbossini

N.ASS. CAT. PET. ATLETA TEMPO N.CAT. PUNTI Media
5 10 501 Basoli Andrea 0.37.12 3 95 0.03.41
17 10 518 Negretto Paolo 0.40.19 8 90 0.04.00
47 13 831 Alezio Antonio 0.43.19 2 97 0.04.17
57 13 830 Perucchini Mario 0.44.10 4 94 0.04.22
71 12 730 Zonca Gianni 0.45.20 6 92 0.04.29
92 13 811 Romani Edoardo 0.46.32 8 90 0.04.36
93 0 0 Quatesan Kiara 0.46.34   0 0.04.37
101 4 96 Di Gregorio Elisabetta 0.47.02 3 95 0.04.39
111 13 814 Fasan Livio 0.47.38 9 89 0.04.43
142 10 510 Cason Claudio 0.50.02 30 68 0.04.57
150 14 960 Franzetti Luigi 0.50.26 3 95 0.05.00
152 12 731 Castelnovo Enrico 0.50.32 22 76 0.05.00
155 4 95 Aprile Alexia 0.50.39 9 89 0.05.01
158 12 738 Secco Luigi 0.50.47 24 74 0.05.02
161 10 521 De Marco Gianluca 0.51.24 32 66 0.05.05
172 13 825 Secco Giuseppe 0.51.56 12 86 0.05.08
195 14 939 Parolin Attilio 0.52.53 4 94 0.05.14
205 12 729 Raffone Paolo 0.53.29 31 67 0.05.18
206 6 184 Tartari Maria 0.53.38 1 100 0.05.19
219 6 166 Soma Mariangela 0.54.39 2 97 0.05.25
227 9 431 Iuliano Simone 0.55.18 10 88 0.05.28
307 14 915 Bergamini Vanni 1.01.09 15 83 0.06.03
309 6 204 Dal Forno Natalina 1.01.17 6 92 0.06.04
324 14 941 Qualloni Anselmo 1.03.19 21 77 0.06.16
326 5 143 Bianchi Elena 1.03.46 10 88 0.06.19
330 6 185 Dall'Asen Jole 1.04.24 7 91 0.06.23
331 12 740 Montichiari Accursio 1.04.26 47 51 0.06.23
340 3 51 Vicario Elena 1.06.10 1 100 0.06.33

16

Questa mattina a Capolago un bel gruppo di Valbossini si è cimentato nella corsa podistica organizzata dal locale gruppo degli alpini per festeggiare il 50° anno di vita. La gara ha preso il via con impervie condizioni meteorologiche. Devo dire che nonostante il tanto fango e le discese rischiose, alla fine nessun “caduto” e tanto divertimento.

In attesa della classifica (che spero Brusa ci faccia avere e che ha visto 3° lo ZARantonello) pubblichiamo la foto di gruppo.

 

ECCO LA CLASSIFICA

P1010757

0

COSTA DEGLI ETRUSCHI

Pubblicato il 27.4.09

logo Eccoci tornate dal giro Costa degli Etruschi, tre dure tappe immerse in un meraviglioso paesaggio e tanto verde.

Il mio giudizio e quello di Cinzia non può che essere positivo, sia per la precisa organizzazione che per i percorsi...anche se duri!

Quando siamo partite con il mio " ferrarino rosso " non pensavamo che avremmo portato a casa così tanta soddisfazione.

Cinzia Passera, atleta della Runners Valbossa, si è classificata 2°assoluta a pochissimi secondi dalla prima.

Ad accrescere la sua gioia ci ha pensato Ruggero Pertile, campione italiano di maratona, che ore mira ai campionati in Germania, il quale l'ha accompagnata per alcuni km.

Io, mi sono classificata 1° di categoria riconfermando la posizione di ben 12 anni fa.

Ma la mia soddisfazione più grande è stata quella di aver superato e battuto nel percorso più duro, atlete molto più giovani.

Non ci rimane che dire : è valsa proprio la pena andarci!

Posti belli, gente simpatica e un " ferrarino rosso " carico di soddisfazioni!

 

Mary

panda

20

IL NUOVO ZAR

Pubblicato il 25.4.09

ZAR

zar Antonello Marco 

Il mitico “ex cuoco volante” ora nominato “ZAR” HA VINTO il Fenera Trail di 58 Km con oltre 15 minuti di vantaggio sul secondo classificato!!!!!!!!!! 171 atleti hanno concluso la gara.

Ecco la classifica dei primi 10

image

Veramente IMMENSO!!!!

Attendiamo il tuo commento dettagliato.

LA CRONACA by il poggio + foto

16 minuti e 44 secondi è un distacco che si vede in poche gare. Ed è con questo strabiliante distacco che il nostro cuoco volante, ora ribattezzato lo ZAR, ha vinto il Fenera Trail, gara di 58km e 2300 metri dislivello positivo. Ero incredulo del distacco non del risultato. Dopo aver terminato la mia gara, la più breve Fenera Run di soli 28km con 1000 metri dislivello positivo, mi sono recato alla postazione dei radioamatori che curavano le comunicazioni con il percorso e mi informavano che intorno al km 45 era in testa il numero 193 ovvero il nostro Marco. Il tempo che ci separava dal suo arrivo sembrava infinito e per ingannare l'attesa, pasta, panini, gorgonzola, affettati, crostate di 100 tipi e birra, tanta birra. Poi arriva Gilda, le informazioni ora sono frammentarie, ci vengono date notizie confuse. Pazientemente attendiamo sulla linea del traguardo ed alla fine eccolo spuntare dalla curva e percorrere il tratto di prato con la baldanza di chi pare aver corso solo pochi km. Invece ha corso per 58km, tutti all'interno del parco, tra boschi e fiumi molto belli. Salite e discese rese scivolose dal fango causato dalla pioggia del giorno precedente. Il trail è una specialità molto particolare. Bisogna saper dosare correttamente le energie evitando di partire forte altrimenti è finita. Penso che a Marco questo venga naturale, senza fare troppi calcoli ma ascoltando i segnali che vengono dal suo corpo. Nel dopo gara intervista e complimenti dagli organizzatori oltre che dai suoi quotati avversari. E come premio vino pari al peso dell'atleta, una bella idea!! Nella classifica femminile vince una grandissima Cecilia Mora che tra l'altro arriva addirittura quinta assoluta. Coma accennato Marco non era solo. Dei Runners Valbossini hanno partecipato alla gara corta Silvano Crosta classificato 52°, Antonio Lo Cascio arrivato 24° ed il sottoscritto all'arrivo 44°, un risultato per me veramente inaspettato. Hanno partecipato alla trasferta insieme a noi anche Alberto Zecchi e Fabrizio Giani dell'Atletica 3V. Alberto nella lunga ha chiuso con un' ottimo 15° mentre Fabrizio nella corta si è classificato 8°. L'unico neo della gara è stato vedere alcuni atleti che hanno corso nella corta sprovvisti dell'attrezzatura obbligatoria. Gli organizzatori con cui ho parlato non hanno voluto infierire per quest'anno ma promettono più severità nelle prossime edizioni. Un plauso agli organizzatori per un percorso perfettamente segnato e per tutta l'infrastruttura prima e dopo la gara che ha funzionato a meraviglia.

In chiusura desidero segnalare un'altra prestazione stupenda di un'atleta italiana. La grandissima Emanuela Brizio il 18 aprile ha vinto alla grande la prima prova del campionato mondiale di Skyrunning che si è svolta in Costa Rica sul vulcano Irazu, 40km con 4400 metri dislivello positivo. I complimenti di tutta la Valbossa a questa atleta che nonostante il passare degli anni continua a crescere sempre di più.

Buona corsa a tutti.

0

PORTOFINO RAPALLO

Pubblicato il 24.4.09

Visto l’approssimarsi della bella stagione estiva, navigando fra i portali delle corse podistiche della Liguria, ho trovato questa gara, in programma per domenica 2 maggio, che da partendo da Portofino termina a Rapallo.

Nonostante sia una gara di soli 9 km mi sembra piuttosto interessante.

Se siete interessati, fatemelo sapere.

Saluti Andrea Basoli

18a Corsa Podistica “ Portofino-Rapallo”

3 Maggio 2009
18a Corsa Podistica  “ Portofino-Rapallo”, Km. 9.
E' possibile iscriversi il giorno della manifestazione Domenica 3 Maggio2009, a Rapallo sul Lungomare V. Veneto (Chiosco della Musica) P.za Martiri della Libertà dalle ore 7,30 alle ore 9,10.
Per le pre-iscrizione, di singoli o gruppi, on line si prega  di compilare il modulo che appare su www.tigulliooggi.com ed inviarlo anche  via fax ( 018550019 ) a Ass.ne IL Cuore – Rapallo – loc. Malado , 1 .
Programma:
- Ritrovo ed iscrizione a Rapallo .  
- Trasferimento dei concorrenti in battello da Rapallo a Portofino ( partenze alle  ore 08:30 e 09:20).
- Percorso non competitivo di Km 9 - da PORTOFINO a RAPALLO con arrivo entro le 11,45 sul " rosso" del Lungomare V. Veneto.
- Premiazione alle ore 12,15 .
Per informazioni: info@tigulliooggi.com Vedi il sito dell'Ass.ne IL CUORE nel portale www.tigulliooggi.com

1

RACCONTI TRA IL SERIO E IL FACETO DEL NOSTRO PRESIDENTE

CORRERE….

6

Oggi 19 aprile 2009, si è corsa la prima edizione della gara podistica "su e giù per Cunardo ".
Alla partenza alle ore 9.00, nella piazzetta adiacente alla chiesa , si sono presentati circa 630 podisti delle varie categorie . La gara inizia con una bella salita in ciottolato, non molto impegnativa ma che nei primi km si fa sentire poi giù lungo una discesa che attraversa tutto il paese e ci immette nella pista ciclabile ( circa 3/4km) che si snoda attraverso la periferia di Cunardo; il percorso prosegue con uno strappettino in salita tra i boschi , un altro tratto di pista ciclabile e un ultimo km in lieve discesa, per concludere con l'arrivo nel punto di partenza .
La gara complessivamente è stata di circa 8,2 km (da gps ); a mio avviso il percorso é stato molto bello, costituito prevalentemente da asfalto con alcuni tratti in salita di ciottolato e con alcuni dislivelli sul tratto di ciclabile.
Alla fine della corsa è stato preparato un buon ristoro con the, aranciata, acqua, pane con nutella e marmellata e pizza a volontà .
Voglio fare i complimenti a tutti gli organizzatori e soprattutto desidero ringraziare i volontari della protezione civile che svolgono sempre un ottimo lavoro.
Arrivederci a domenica prossima 26 aprile a Monvalle per 11° edizione del memorial Zedde con percorso di 10 km e 4.5 km .

ciao e buone corse a tutti
by claudio

Classifica Valbossini

N.ASS. CAT. PET. ATLETA TEMPO N.CAT. PUNTI Media
3 10 501 Basoli Andrea 0.27.56 2 97 0.03.32
14 11 640 Zarantonello Marco 0.30.34 3 95 0.03.52
24 12 708 Tremea Flavio 0.31.25 2 97 0.03.58
61 12 730 Zonca Gianni 0.33.58 7 91 0.04.18
69 11 645 Zanotti Mario 0.34.19 18 80 0.04.21
70 11 625 Poggioni Andrea 0.34.23 19 79 0.04.21
76 11 636 Crosta Silvano 0.34.42 22 76 0.04.24
80 13 814 Fasan Livio 0.34.56 5 93 0.04.25
85 4 96 Di Gregorio Elisabetta 0.35.06 2 97 0.04.26
103 13 835 D'Angelo Claudio 0.36.03 7 91 0.04.34
111 5 142 Grisotto Rita 0.36.32 2 97 0.04.37
112 13 828 Colli Angelo 0.36.34 8 90 0.04.38
116 14 960 Franzetti Luigi 0.36.44 2 97 0.04.39
124 10 510 Cason Claudio 0.37.04 24 74 0.04.41
128 12 731 Castelnovo Enrico 0.37.13 20 78 0.04.43
140 11 657 Peruzzotti Paolo 0.37.44 32 66 0.04.47
142 10 521 De Marco Gianluca 0.37.49 25 73 0.04.47
143 13 818 Gonzato Egidio 0.37.53 11 87 0.04.48
145 13 825 Secco Giuseppe 0.37.56 12 86 0.04.48
158 6 184 Tartari Maria 0.38.23 1 100 0.04.51
168 12 725 De Mieri Angelo 0.38.54 26 72 0.04.55
173 4 97 Pesenti Gilda 0.39.09 6 92 0.04.57
189 6 186 Reggiori Anna 0.40.07 2 97 0.05.05
190 5 133 Grisotto Monica 0.40.10 6 92 0.05.05
191 12 738 Secco Luigi 0.40.16 33 65 0.05.06
194 6 166 Soma Mariangela 0.40.27 3 95 0.05.07
207 14 903 Giamberini Giovanni 0.41.09 6 92 0.05.12
278 11 611 Vicario Marco 0.45.02 54 44 0.05.42
285 14 915 Bergamini Vanni 0.45.45 14 84 0.05.47
289 6 204 Dal Forno Natalina 0.46.04 7 91 0.05.50
293 5 143 Bianchi Elena 0.46.16 11 87 0.05.51
295 3 51 Vicario Elena 0.46.34 2 97 0.05.54
316 6 185 Dall'Asen Jole 0.48.15 8 90 0.06.06
327 14 939 Parolin Attilio 0.50.42 19 79 0.06.25
350 12 740 Montichiari Accursio 0.53.44 55 43 0.06.48
351 14 936 Bernasconi Gerolamo 0.53.48 23 75 0.06.48

Link alla classifica completa. By Piededoro.info

0

BOSTON MARATHON

Pubblicato il 17.4.09

BOSTON LOGO La Maratona più antica al mondo: quella di Boston  che si tiene il terzo lunedì del mese d'aprile di ogni anno. Possono partecipare tutti gli atleti che abbiano partecipato a maratone ufficiali negli ultimi sei mesi precedenti la gara ed abbiano ottenuto dei tempi minimi stabiliti per ogni categoria ed età. Il percorso attuale va da Hopkinton, pochi chilometri ad ovest di Askland e termina presso la Jokn Hancock Tower a Copley Square. Ma quando è nata questa manifestazione?
John Graham, membro della  Boston Athletic Association -BAA- e responsabile della squadra olimpica statunitense che partecipò alla prima Olimpiade moderna ad Atene nel 1896, tornò a Boston entusiasta di quella storica esperienza, talmente entusiasta da voler riprodurre la celebre gara ispirata all'impresa di Filippide anche sul suolo patrio. Passarono solo pochi mesi ed il 19 aprile 1897 John McDermott si aggiudicò la prima maratona di Boston in 2 ore, 55 minuti e 10 secondi. Nacque in questo modo la maratona annuale più antica del mondo. Il più celebre corridore della Boston Marathon è stato certamente John A. Kelley, che nella sua vita ha preso il via ben 61 volte nell'arco di circa 70 anni a partire dal 1928. Giunto al termine per 58 volte  è arrivato primo in due occasioni-1935 e 1945 - secondo in altre sette maratone e si è classificato tra i primi 10 per ben 18 volte. Ha corso la sua ultima Boston Marathon nel 1991 all'età di 83 anni. Ora, una statua situata sulla Heartbreak Hill a Newton, ricorda la sua straordinaria epopea raffigurando un ventisettenne J.Kelley, vincitore della maratona del 1935, che stringe la mano all'ottuagenario maratoneta dell'edizione del 1991. Ma la storia della Boston Marathon non è fatta di soli uomini..
Fino al 1971,la federazione americana di atletica amatoriale (AAU), non permetteva alle donne di iscriversi alle gare podistiche sulla lunga distanza. Fu così che tra il 1966 ed il 1968 una ragazza intraprendente di nome Roberta Gibb partecipò per tre volte alla maratona nascondendosi tra i cespugli prima della partenza.
Nel 1967 Katherine Switzer, invece, s'iscrisse alla gara fornendo false  generalità. Quando i giudici scoprirono l'inganno cercarono di inutilmente di allontanare  l'atleta dal percorso. Fu anche grazie alla provocatoria azione di queste atlete che nel 1971 l'AAU si decise finalmente ad ammettere la partecipazione delle donne alla maratona. La Boston Marathon vanta anche un altro primato importante: è stata la prima competizione di questo tipo ad ammettere alla gara atleti con problemi  di disabilità motoria.
Nel 2005 volarono fino a Boston per rappresentare lgrita_bordina Valbossa: Dal Forno Natalina, Passera Cinzia, Romani Morena, Binelli Livio, Colli Angelo, Franzetti Luigi, Raffone Paolo, bravi tutti per aver acquisito un' esperienza indimenticabile.
Tra gli illustri protagonisti che hanno tagliato il suo traguardo da vincitori ricordiamo il "nostro" Gelindo Bordin. 


A. De Mieri

4

 

cuveglio                                                                                      LOGO%20DUNO

Ieri sera ci siamo trovati in quel di Cuveglio a fare un allenamento in compagnia Cuveglio - Duno - Valalta.
La giornata era molto bella però verso sera ecco la famosa nuvoletta di Fantozzi ,che per fortuna si fermava a Gavirate.
Siamo in nove io, Alexia, Betta, Davide, Gabriele, Renatino, Gennaro, Fabietto e coach Andrea.
Iniziamo a salire e come spesso succede si parla, si spettegola: hai saputo quelli del Verbano........., lo sai lunedì Gilda.........., ma Franchino..........., ecc.  e si sale, tutto sommato se si parla la salita non è poi tanto impegnativa.
Finalmente dopo km 6.6 (garmin dello zio) eccoci in cima al San Michele.
La discesa è sicuramente più facile e grazie a Renatino che conosce molto bena il posto è più corta di qualche km.
Per finire si va in pizzeria una buona pizza e birra. é stata una bella serata e un buon allenamento, bravo al coach Andrea per la scelta del percorso.
Alla prossima speriamo più numerosi.


ciao tillo

0

ALLA RISCOPERTA DELLE TRADIZIONI

Dal vicino VCO un ricco programma di corse abbinate a sagre paesane...

Di Corsa a Vco in Festa Definitivo

0

Dal nostro Coach Andrea Basoli, la tabella per preparare al meglio la mezza maratona di Jesolo il prossimo 23 maggio.

Se avete domande da porgli, inviateci una mail; vi faremo contattare da lui.

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLA TABELLA

6

image Ieri si è svolto il 25° Giro di Media Blenio, una classica nel panorama podistico della vicina Svizzera.
Tanti i partenti provenienti dalla nostra Provincia che, in una splendida e calda giornata di pasquetta, si sono dati battaglia lungo il percorso di 10 km precisi che da Dongio sale per Roccabella, ripassa per Dongio, scende a Ludiano per poi risalire ancora a Dongio passando per Motto.
Altimetricamente non ci sono particolari dislivelli da superare però, sicuramente, non è un percorso dei più veloci.
Oltre a segnalare la prestazione di Belfakir, Nader e Argoub che hanno chiuso tutti e tre appena sopra i 34 minuti, bisogna registrare l'ottimo risultato conseguito dal nostro grande Edo (con il tempo di 38':39'') classificatosi sesto assoluto della sua categoria, preceduto dall'amico Pegorin (con il tempo di 38':28'').
Nelle altre categorie troviamo il sottoscritto al 18° posto con il tempo di 36:17'', lo zio Simo al 21° posto con il tempo di 37':05'' e Manuel al 106° posto con il tempo di 46':47''.
Nelle categorie femminili, al 12 posto troviamo la Betta con il tempo di 45':45'' e, a seguire, Alexia al 13° posto con 46':18'' e al 16° posto la zia Lizia in 49':02''.
Unica rappresentanza biancorossa l'amico Didonè Paolo che porta a termine i 10 km in 40':17'' classificandosi 25 nella sua categoria.
Purtroppo al quarto chilometro si è ritirato sia il grande Frank Franchino, per problemi fisici, sia lo zio Gabri, che avendo le gambe impallate e non essendo in giornata ha preferito terminare prima la sua gara.
Nel pomeriggio poi si è svolta la gara degli élite, una delle più rilevanti a livello internazionale, vinta dal Kenyano Mosop Moses mentre Baldini si è classificato 11°.
Nel complesso è stata una bella scampagnata finita davanti a un piatto di pasta e a buona fetta di colomba (offerta dal René).
Unica nota stonata, la logistica del servizio doccia ma, per il resto.... tutto ok.
Saluti Andrea Basoli

Più INFO

0

SANTA PASQUA

Pubblicato il 10.4.09

pasquaIn ricorrenza della Santa Pasqua di Resurrezione invio al Consiglio Direttivo e a tutti i Valbossiani i più fervidi auguri.
Colgo l'occasione per testimoniare che la nostra associazione è vicina ai cittadini Abruzzesi, per il tragico avvenimento che li ha colpiti provocando danni immensi alle strutture e numerose vittime.
Pertanto chiedo al Consiglio Direttivo di valutare se è propizio offrire il nostro contributo in aiuto dei terremotati.


A.De Mieri.

Ricordiamo che questa sera, Venerdì Santo, la sede rimarrà chiusa.

7

image

Dalla A.S.D. Run&Travel un’interessante proposta per una vacanza “di corsa” in Kenya.

clicca qui

15

 

clip_image002Domenica 5 aprile, il nostro Andrea Basoli si è cimentato nella maratona di Parigi, chiudendo la gara con l’ottimo crono di 2h44’41’’.

Ho sentito Andrea al telefono, sebbene il suo tempo sia per la stragrande maggioranza di noi semplicemente “inarrivabile”, era un po’ deluso per aver gestito la seconda parte della gara un po’ troppo “a sensazione”, così sta di fatto che al 35° si è spenta la luce .

In effetti è transitato alla mezza in 1h17’49’’, praticamente lo stesso tempo che aveva impiegato la settimana precedente per concludere la mezza di Vigevano…,, mantenendo quel ritmo avrebbe eguagliato il suo personale…

Zio, comunque grandissimo, la prossima ti vogliamo sotto le 2h40’, ora ricarica le pile, e partiamo con gli allenamenti di gruppo per Iesolo!

Lo zio Gabry

8

Il giorno 2 aprile i responsabili delle associazioni, affiliate alla Fidal, sono stati convocati dal Comitato Provinciale Fidal nelle sede di Varese del Coni.

Ci hanno proposto di partecipare al corso per tecnico, che si realizzerà in autunno, con sede a Varese o Gallarate.   Il costo è di €200,00 e si articolerà in 18 lezioni tra pratiche e teoriche più 4 lezioni dopo aver superato gli esami nelle piste di atletica.

Per ulteriori informazioni Angelo 338/3641836.

Recentemente mi è stato domandato se il nostro nome di atleti della Valbossa sia Valbossini o Valbossiani.   Documentandomi sull'archivio della famiglia Bossi, è emerso che loro venivano chiamati Valbossiani.   Di conseguenza possiamo identificarci come Valbossiani.

Inoltre mi è stato chiesto da alcuni atleti di illustrare la storia della sala consiliare di Azzate dove ci siamo riuniti durante gli incontri della medicina sportiva.

Comune AzzateL'attuale sala consiliare e l'imponente scalone che conduce a essa sono gli elementi più rappresentativi di tutta la villa, anche se dal punto di vista pittorico non sono i più preziosi. Soprattutto il soffitto è pittoricamente molto povero e il falso cielo aperto vorrebbe indurre l'occhio a spaziare oltre i più contenuti spazi architettonici. Gli unici elementi di valore sono rappresentati dalle 4 divinità mitologiche poste sopra gli stipiti delle porte e raffigurano: Mercurio, Apollo, Diana e Venere. Questa villa è stata a partire dal 1495 la dimora della nobile famiglia Bossi, Feudataria di Azzate e della Val Bodia nel 1538 poi Val Bossa, da cui trae origine l'intitolazione della nostra associazione. Si sono poi susseguite altre importanti nobili famiglie come i Tettoni, i Castellani ed i Benizzi fino alla morte della contessa Elena Benizzi Castellani che nel 1969 lasciava eredi per metà ciascuna la parrocchia di Coviolo in Provincia di Reggio Emilia e la Parrocchia di Azzate; successivamente la villa venne acquistata dal comune di Azzate che la destinò a sede del Municipio.

A. De Mieri

5

image 

In una giornata plumbea si è svolta la terza edizione di questa gara che si disputa in provincia di Bergamo con partenza da Almenno San Salvatore a quota 300m per transitare al punto più alto sulla vetta del monte Linzone di 1393m. I valbossini presenti erano tre, Marco Zarantonello, Silvano Crosta ed il sottoscritto Poggio accompagnati dai due 3V Alberto Zecchi e Fabrizio Giani.

Prima del via ho voluto stare nelle prime file del gruppo di 302 atleti per essere vicino, almeno alla partenza, a campioni di calibro assoluto. Notavo Marco De Gasperi, Emanuele Manzi, Paolo Larger, Paolo Gotti, Michele Semperboni, Fabio Bonfanti e Marco Zarantonello solo per fare alcuni nomi. Il nostro Marco è stato accostato a questi nomi anche nell'articolo di presentazione della gara quindi mi sembrava giusto fare altrettanto. Come previsto la partenza è stata molto veloce con i due portacolori della forestale a fare l'andatura ed il gruppo che si spezzava già dopo un km. I primi 4km fatti di leggeri saliscendi sono proprio veloci per una gara di questo tipo. Al km 5 inizia la lunga ed impegnativa salita che dopo aver attraversato gli abitati di Strozza e di Roncola, inizia ad arrampicarsi sulle pendici del monte Linzone. Da qui si prosegue in cresta attraversando tratti innevati per giungere alla Valcava, altro monte su cui sono posizionati i ripetitori dalla televisione. Ora inizia la discesa a tratti facile a tratti molto tecnica e resa ancora più impegnativa dal ciottolato scivoloso che si incontrava. Il traguardo arriva dopo aver fatto un lungo ed infinito giro tra le vie del paese. La vittoria manco a dirlo va al fortissimo Marco De Gasperi che regola l'altro forestale Manzi staccandolo di oltre 3 minuti. Al terzo posto il campione italiano in carica Paolo Larger e quarto un sorprendente Fabio Bazzana che a soli 22 anni si toglie una grande soddisfazione. Sentiremo sicuramente parlare di lui che viene dal ciclismo di livello e si cimenta anche nello sci alpinismo. Tra le donne vince ancora Emanuela Brizio che mostra di essere pronta per la prima prova del mondiale il 18 aprile in Costa Rica come ci ha anche lei stessa confermato chiacchierando nel parcheggio dopo la gara. Marco Zarantonello chiude al 18° posto, prestazione ottima visti i nomi di chi lo ha preceduto. Anche per lui un buon test in preparazione al primo trail ossia il Fenera di 57km il 25 aprile. Silvano Crosta si dice soddisfatto visto che è arrivato con una caviglia gonfia per una storta presa all'inizio della discesa. Negativa invece la mia prova. Avevo delle aspettative molto diverse dal pessimo risultato finale frutto dell'essere letteralmente scoppiato quando ancora mancavano 6km di gara. Il rammarico è per il fatto che fino a quel punto ero andato proprio bene e nella discesa più tecnica avevo recuperato molte posizioni come di solito. Probabilmente la mancanza di sufficienti lunghi si è fatta sentire. Belle le prove degli amici Alberto Zecchi e Fabrizio Giani che invece dimostrano di essere già in condizione pronti anche loro per il Fenera.

E' quindi iniziata con i migliori auspici la stagione delle corse sui monti con tanti atleti di alta levatura che si daranno battaglia nelle oltre 50 gare presenti nei calendari FSA oltre alle decine di corse in montagna Fidal e senza dimenticare i trail che aumentano di numero ogni anno. Quindi che altro aggiungere, buona corsa a tutti vicino al cielo guardando il mondo dall'alto!

Il Poggio

http://www.valetudoskyrunningitalia.com/

5

GIR DE LE CULME

Pubblicato il 6.4.09

Domenica mattina, armati da quel minimo di spirito d’avventura e curiosità per spingerci fuori dalle mura domestiche, siamo partiti per le “lontane terre della Franciacorta” per prendere parte all’”epica” corsa GIR DE LE CULME.

Al di là del preambolo la gara si è rilevata ben più dura delle mie peggiori fantasie…

25km di continui saliscendi formati da salite che non lasciano tirare il fiato e mordono i polpacci e da discese ripide ma tuttavia ben corribili.

25km 1500m di dislivello positivo da gustare fino in fondo assaporando il gusto della fatica, del sudore, del dolore per una precedente caduta, rinforzandosi con il semplice spettacolo offerto dalla natura, dai vigneti e dagli ulivi e apprezzando ancora di più quelle amicizie nate per caso e quelle consolidate nel tempo e con ciò voglio ringraziare i miei compagni di viaggio che hanno reso questa gara e questa giornata bella e unica dandomi sostegno spronandomi e rallegrandosi con me.

Ciau kiaretta

spank8

7

STRAMILANO 2009

Pubblicato il 5.4.09

Stramilano logo

Su di un percorso rinnovato per renderlo ancora più veloce, alle 10.47, dopo il classico colpo di cannone, ha preso il via l’edizione 2009 della mitica Stramilano.

Se non sbaglio sono 6.056 i partenti riuniti in piazza Castello in una mattinata che si preannuncia un po’ afosa.  Le quattro gocce d’acqua cadute dal cielo alle 9.30 hanno fatto alzare il tasso di umidità al suolo e sono numerosi gli atleti che, stipati nelle griglie di partenza (incustodite così chiunque poteva schierarsi dove voleva), si lamentano dell’eccessiva “calura”.

3-2-1 pronti via. Eleonoire Casalegno, madrina della corsa, incita i corridori a dare il massimo, tutti si lanciano a scavezzacollo e, subito dopo pochi metri, la prima carambola di corpi uno sull’altro a misurare l’asfalto. Capisco la voglia di essere davanti con i “trop” runners, però i tapascioni come me devono partire dove il loro tempo gli permette di essere e non li davanti ad intralciare la corsa di chi va molto più veloce.

Effettivamente il clima è un po’ troppo umido, io quando posso sto all’ombra e le leggera brezza (un marziano ha addirittura parlato di vento contrario) è cosa a me gradita.

I chilometri passano e sul finire mi sembrano sempre più lunghi e faticosi.

Alla fine entro all’Arena; è sempre emozionante calpestare il tartan di questo storico impianto sportivo.  Sarà la gioia di aver finito, saranno le migliaia di persone sugli spalti ma gli ultimi 150 metri si fanno “volando”.

Bella Stramilano quella di oggi, sicuramente da tempo (il vincitore – un solito dalla pelle scura- ha concluso in 1h01’03’’), mi sa che ci rivedremo l’anno prossimo.

il pilo

image

1

STRAMILANO 1991

Pubblicato il 4.4.09

In omaggio alla partecipazione dei Valbossiani (o Valbossini?) alla Stramilano, il nostro Presidente ha voluto rispolverare due foto della partecipazione alla 20° edizione del 1991.

Stramilano 91_1  Da sinistra: Giamberini, Bianchini, De Mieri, Amit, Qualloni, Rocca, Romani 2, Scarton, Boschini, Ossola, Bianchi, Nicoli.

Stramilano 91_2

Buona Stramilano a tutti.

13

INCREDIBILE!

Pubblicato il 1.4.09

Edo

Non ci posso credere!

Stamane sono andato in edicola, come ogni mese a comprare la rivista “Correre” e con mia grande sorpresa ho visto che in copertina appare nientepopodimeno che il nostro inossidabile Edo nel pieno dello sforzo.

L’articolo parla di “CUORE E MARATONA” e approfondisce il rapporto tra allenamento e resistenza allo sforzo. Veramente un articolo interessante e ben fatto.

Ma tu Edo ne sapevi qualcosa?

0

[Edo[7].jpg]Noi podisti siamo interessati al mensile Correre poiché attratti da tutte le vicende che riguardano il mondo della corsa.
La rivista "Correre" fu realizzata nel 1981, inizialmente con solo 10 numeri all'anno per poi raggiungere gli attuali 12 esemplari annui.
Noi come associazione Valbossa dal 2003 siamo abbonati a questa rivista i cui numeri, conservati nella nostra sede, sono a disposizione di tutti i nostri atleti. Frugando nel cassetto della nonna, un nostro iscritto ha recuperato e donato alla nostra associazione le annate (anche se non complete) che vanno dal 1991 al 2002.
Ringrazio a nome di tutti i Valbossiani,sperando che la nostra sede possa diventare sempre più  un centro di informazione sulla storia e cultura della corsa.


A. De Mieri

0

Dal nostro Coach Andrea Basoli, la tabella per preparare al meglio la mezza maratona di Jesolo il prossimo 23 maggio.   Se avete domande da porgli, inviateci una mail; vi faremo contattare da lui.

DOWNLOAD

INIZIARE OGNI ALLENAMENTO CON STRETCHING E, A SEGUIRE, 20’ DI CORSA LENTA.

ALLA FINE DI OGNI ALLENAMENTO, FARE UN PAIO DI ALLUNGHI.

SE ALLA DOMENICA NON SI GAREGGIA, L’ALLENAMENTO E’ LIBERO E SOGGETTIVO.

NOTE

RG = RITMO GARA

CL = CORSA LENTA = RITMO GARA + 55”

CM = CORSA MEDIA = RITMO GARA + 20”/30”

PRIMA SETTIMANA

LUN: 60’ CL + 5’ RG

MAR: FARTLEK DI 2’ RG RECUPERO 1’ CL PER UN TOTALE DI 10 Km

MER: 1 ORA e 40’ CL

GIO: 1000-2000-3000-2000-1000 RG CON RECUPERO DI 90’’-120”- 180” CL

VEN: 1 ORA e 30’ CL

SAB: 50’ CL

DOM: LUNGO CM COLLINARE

SECONDA SETTIMANA

LUN: 60’ CL

MAR: FARTLEK DI 3’ RG RECUPERO 90’’ CL PER UN TOTALE DI 11 Km

MER: 1 ORA e 40’ CL + 5’ RG

GIO: 4x500 mt IN SALITA + 8x500 mt PIANI RG CON RECUPERO DI 1’

VEN: 45’ CM + 5’ RG

SAB: 50’ CL

DOM: GARA O ALLENAMENTO

TERZA SETTIMANA

LUN: 70’ CL + 5’ RG

MAR: FARTLEK DI 4’ RG RECUPERO 2’ CL PER UN TOTALE DI 12 Km

MER: 1 ORA e 45’ CL + 5’ RG

GIO: 4000-3000-2000-1000 RG CON RECUPERO DI 180’’-120”- 90” CL

VEN: 1 ORA e 40’ CL

SAB: 50’ CL

DOM: GARA O ALLENAMENTO

QUARTA SETTIMANA

LUN: 80’ CL + 5’ RG

MAR: FARTLEK DI 5’ RG RECUPERO 2’:30’’ CL PER UN TOTALE DI 13 Km

MER: 1 ORA E 50’ CL + 5’ RG

GIO: 2x2000 mt RG CON RECUPERO DI 3’ + 8x500 mt RG CON RECUPERO 90’’

VEN: 50’ CM + 10’ RG

SAB: 50’ CL

DOM: GARA O ALLENAMENTO

QUINTA SETTIMANA

LUN: 40’ CL + 5’ RG

MAR: 8x500 mt RG CON RECUPERO DI 1’ + 5’ RG

MER: 50’ CL

GIO: 30’ CM

VEN: 40’ CL + 5’ RG

SAB: 30’ CL

DOM: MARATONINA

N.B: PER COLORO CHE NON HANNO LA POSSIBILITA’ O IL TEMPO DI ALLENARSI TUTTI I GIORNI IL CONSIGLIO E’ QUELLO DI ESEGUIRE ALMENO QUESTI TRE ALLENAMENTI:

1) QUELLO DEL MERCOLEDI’ CHE SERVE PER FARE FONDO;

2) QUELLO DEL VENERDI’ CHE SERVE SEMPRE PER FARE FONDO;

3) UNO A SCELTA FRA I DUE LAVORI DI VELOCITA’ DEL MARTEDI’ O DEL GIOVEDI’.

1

Domenica 28/03 - Classifica Valbossa

N.ASS. CAT. PET. ATLETA TEMPO N.CAT. PUNTI Media
22 12 708 Tremea Flavio 0.41.41 2 97 0.04.08
40 13 831 Alezio Antonio 0.44.02 2 97 0.04.22
50 11 636 Crosta Silvano 0.44.51 14 84 0.04.26
51 10 507 Siracusa Francesco 0.44.54 11 87 0.04.27
53 13 830 Perucchini Mario 0.45.05 3 95 0.04.28
56 11 625 Poggioni Andrea 0.45.41 17 81 0.04.31
73 12 730 Zonca Gianni 0.47.49 8 90 0.04.44
78 5 147 Cervini Paola 0.48.15 1 100 0.04.47
79 13 814 Fasan Livio 0.48.17 5 93 0.04.47
82 11 645 Zanotti Mario 0.48.24 23 75 0.04.47
122 12 725 De Mieri Angelo 0.50.43 21 77 0.05.01
124 13 825 Secco Giuseppe 0.50.47 11 87 0.05.02
133 12 738 Secco Luigi 0.51.13 25 73 0.05.04
136 10 521 De Marco Gianluca 0.51.26 24 74 0.05.06
140 12 731 Castelnovo Enrico 0.51.40 26 72 0.05.07
144 13 818 Gonzato Egidio 0.52.03 13 85 0.05.09
147 6 184 Tartari Maria 0.52.30 1 100 0.05.12
149 11 611 Vicario Marco 0.52.41 32 66 0.05.13
150 6 186 Reggiori Anna 0.52.44 2 97 0.05.13
158 14 939 Parolin Attilio 0.53.18 5 93 0.05.17
165 6 166 Soma Mariangela 0.53.43 3 95 0.05.19
188 9 431 Iuliano Simone 0.55.27 15 83 0.05.29
208 14 903 Giamberini Giovanni 0.57.06 10 88 0.05.39
236 5 135 Mantovani Ornella 1.00.26 8 90 0.05.59
240 5 143 Bianchi Elena 1.01.17 9 89 0.06.04
241 14 915 Bergamini Vanni 1.01.59 18 80 0.06.08
243 14 941 Qualloni Anselmo 1.02.11 19 79 0.06.09
244 3 51 Vicario Elena 1.02.39 2 97 0.06.12
245 6 185 Dall'Asen Jole 1.03.08 7 91 0.06.15
293 14 936 Bernasconi Gerolamo 1.12.23 26 72 0.07.10
308 6 196 Nibali Nunziata 1.19.27 12 86 0.07.52

Link alla classifica completa by Piededoro.info