69

Nella giornata della festa di Ognissanti, si è svolta la penultima gara del Piede D'oro organizzata dall'Atletica Casorate,con la collaborazione della Proloco,Puma Sport Antonio Puricelli con un numero di 600 arrivati sul percorso di 10 km e n° 70 sul percorso ridotto, quasi interamente ricavato nei boschi di Casorate,tutto pianeggiante,con un unico strappetto di 80 m circa dopo il 7° km e con alcuni passaggi del percorso del giro del varesotto.La partenza è stata effettuata  alle ore 9.00 con il solito colpo di pistola sparato dagli incaricati del PSV.L'arrivo è avvenuto nella pista di Casorate.In merito all'oganizzazione tutto ha funzionato a dovere.Unica nota dolente alcune persone incivili  che hanno aperto una dozzina di auto per lo più Fiat  Punto,trafugando alcuni oggeti personali.A salire sul podio, è stata la nostra Valbossina  Rita Grisotto che  con le sue prestazioni riesce a catalizzare  l'attenzione di tutti noi appassionati, mentre la Mery Tartari si è classificata 10^ assoluta. Complimenti!!! Per la categoria a sorteggio del Piede D'oro è stato estratto Flavio Tremea.  Bravi tutti gli altri,in particolare la Lizia!!

Classifica Uomini Assoluti :
Lloussaine Oufhrid  32'15"
Paolo Finnesso      32'28"
Salaf Ouyat          33'02"

Assolute Femminile:
Cristina  Clerici      40'17"
Elisa Masciocchi    41'31"
Rita Grisotto         42'30"

L'appuntamento è per Domenica 8 novembre a Cocquio con la chiusura del calendario del PSV con partenza alle ore 9.30.

A. De Mieri

Classifica valbossini

N.ASS. CAT. PET. ATLETA TEMPO N.CAT. PUNTI Media
64 11 645 Zanotti Mario 0.40.30 9 89 0.04.04
65 12 708 Tremea Flavio 0.40.33 4 94 0.04.04
80 10 528 Rizzi Gabriele 0.41.20 11 87 0.04.09
96 13 814 Fasan Livio 0.42.01 1 100 0.04.13
137 5 142 Grisotto Rita 0.43.58 2 97 0.04.24
138 13 831 Alezio Antonio 0.44.00 3 95 0.04.25
148 12 730 Zonca Gianni 0.44.20 12 86 0.04.26
156 12 731 Castelnovo Enrico 0.44.36 14 84 0.04.28
169 10 511 Colaiacovo Nicola 0.45.04 18 80 0.04.31
190 13 825 Secco Giuseppe 0.45.47 5 93 0.04.35
194 12 725 De Mieri Angelo 0.45.54 21 77 0.04.36
213 10 521 De Marco Gianluca 0.46.32 23 75 0.04.40
216 11 611 Vicario Marco 0.46.39 25 73 0.04.41
224 12 734 Lattuada Dario 0.46.56 24 74 0.04.42
229 12 719 Colombo Massimo 0.47.03 26 72 0.04.43
255 12 783 Ferro Massimo 0.47.46 30 68 0.04.47
258 14 939 Parolin Attilio 0.47.53 3 95 0.04.48
266 6 184 Tartari Maria 0.48.11 1 100 0.04.50
299 12 738 Secco Luigi 0.49.54 36 62 0.05.00
300 14 937 Di Luca Luciano 0.49.56 5 93 0.05.00
305 14 903 Giamberini Giovanni 0.50.06 6 92 0.05.01
352 13 861 Ciani Nicola 0.51.48 10 88 0.05.12
359 6 166 Soma Mariangela 0.52.11 3 95 0.05.13
420 6 185 Dall'Asen Jole 0.55.00 5 93 0.05.31
491 14 941 Qualloni Anselmo 0.59.31 20 78 0.05.58
494 5 143 Bianchi Elena 0.59.47 13 85 0.06.00
498 3 51 Vicario Elena 1.00.19 3 95 0.06.03
538 14 936 Bernasconi Gerolamo 1.06.56 27 71 0.06.43
557 6 196 Nibali Nunziata 1.11.21 15 83 0.07.09
583 4 77 Rodari Lizia 1.34.01 14 84 0.09.26

69 commenti
  1. tillo 2 novembre 2009 11:49  

    ciao Rita, terza assoluta? complimenti.

  2. tillo 2 novembre 2009 12:15  

    Rita leggendo l'articolo di playbeppe risulti quinta,che succede?

  3. Maxxico 2 novembre 2009 12:24  

    5° assoluta - 3° del Piede d'oro

  4. Anonimo 2 novembre 2009 13:29  

    Flavio, un tempo portavi a casa premi meritatamente, oggi ti devi affidare alla fortuna (per non usare altri termini ...)!!!!
    Che vuoi farci, è la vita!!!!
    dualMarco

  5. picaretta 2 novembre 2009 14:50  

    complimenti ritina, bella foto anche!! bè il nostro presidente dovrebbe stare più attento a riportare nomi e tempi...

  6. president 2 novembre 2009 15:14  

    Per entrare nella classifica del Piede D'Oro,da quest'anno, bisogna essere iscritti. Pertanto come già cofermato da Massimo,la Rita si è classificata 3^.Coloro che non risultano iscritte non entrano tra le premiate.

  7. pilo966 2 novembre 2009 15:25  

    Bravo President.
    La legge non ammette ignoranza.
    E tu dovresti saperlo Picaretta

    Scherzosamente
    il pilo

  8. 3mea 2 novembre 2009 18:53  

    e sì caro Dualrampi,e pensare che alle lotterie sono sempre stato sfigato(chissà che premio sarà??)
    cmq decidi per una garetta nel periodo prima di Natale ove si sfideranno Dualrampi ed il sottoscritto
    a presto ciao

  9. Playbeppe 2 novembre 2009 19:08  

    Colgo l'occasione di questa discussione per spendere 2 parole sul regolamento PSV di quest'anno:
    secondo me bisogna aggiustare un pò il tiro...
    mi spiego meglio, trovo senza senso che ai fini della classifica di giornata vengano esclusi gli atleti non iscritti al piede d'oro...
    E' assurdo che gente come Finesso, Guglielmetti, Castagna (tanto x citarne qualcuno che ieri erano nella top10) che sono perfettamente in regola con la visita medica e sono sicuramente, affiliati ad un ente sportivo, vengano considerati NON competitivi...
    Ma x quale motivo??
    Ok, quest'anno il regolamento è così, ma personalmente penso abbia bisogno di una piccola revisione...
    Nei miei articoli mi piace citare il VERO ordine d'arrivo, menzionando anche atleti non iscritti al PSV, che a causa di un regolamento perlomeno discutibile, è come se non avessero corso...
    Voi cosa ne pensate?

  10. tillo 2 novembre 2009 19:10  

    ciao yeti come è andato il duello con maxxico ? si è feramto ancora a funghi?

  11. pilo966 2 novembre 2009 20:25  

    Io penso che il regolamento sia invece giusto.
    Se io, italiano, vado a correre a Tenero il campionato di mezza maratona svizzero, posso anche arrivare primo ma mai e poi mai mi daranno la palma di vincitore del campionato.
    Se io voglio concorrere ai premi del Piede d'Oro devo diventare "svizzero" cioè pago 4 miseri Eurini e mi iscrivo al CSI e poi con altri 12 prendo il pettorale del PDO. Solo così avrò diritto ad essere premiato e ad essere citato nelle classifiche ufficiali PDO. Lapalissiano

  12. Yeti 2 novembre 2009 20:33  

    Come tutte le domeniche col coltello fra i denti.Ieri ho vinto solo una battaglia ,vero Max ?

  13. Playbeppe 2 novembre 2009 20:37  

    Rispetto la tua idea, ma non la condivido.
    L'esempio col campionato svizzero non mi sembra molto azzeccato...
    Hai detto bene:, se tu vincessi il campionato di mezza maratona svizzera mai avresti diritto al titolo, ma compariresti in classifica e probabilmente potresti concorrere per l'assegnazione degli altri premi.
    La stessa cosa succede se partecipi ad esempio ad un campionato regionale FIDAL e magari non hai l'affiliazione alla FIDAL ma all'ACLI:
    puoi partecipare, compari in classifica ma chiaramente non potrai mai vincere il titolo FIDAL: giustissimo, ma non ci vedo attinenze con le gare del piede d'oro.
    Hai detto bene anche per quel che riguarda i premi del Piede d'Oro:
    se si vuole concorrere per la classifica generale, e la premiazione finale, oppure per quelli di categoria o per quelli a sorteggio è giusto essere iscritti al circuito; ma le premiazioni della singola gara non dovrebbero centrare niente con il Piede d'Oro...
    E ti posso garantire che non è questione dei miseri 4 eurini.

  14. Anonimo 2 novembre 2009 21:02  

    bè visto che sollevate il problema, è giusto che per il prox anno il piede d'oro non ammetta gare fidal nel suo calendario? eppure gli altri enti non mettono questi paletti...
    basta vedere il csi morbegno: è iscritta al csi e ha organizzato una gara fidal...lella

  15. pilo966 2 novembre 2009 21:07  

    Scusa Beppe, ma la colpa a sto punto non è del PDO ma di chi organizza la gara.
    Nulla vieta all'organizzazione di premiare gli assoluti ma non credo sia giusto premiarli come PDO, non sono iscritti al "campionato" PDO e quindi non possono comparire nella loro classifica.
    Vincono la mezza di Tenero ma non il campionato svizzero.
    O no!
    il pilo

  16. kiaretta 2 novembre 2009 21:09  

    grazie per avermi dato dell'ignorante (seppur scherzosamente)...bravo presidente...? se si fa riferim ento ad una classifica assoluta la rita(scusa se ti tiro in mezzo, potrebbe essere pinca palla) è arrivata quinta e non terza con il tempo di 43.58 e non 42.30 se le cose devono essere riportate che non vengano fatte sbagliate, lo dico dall'alto della mia ignoranza

  17. Maxxico 2 novembre 2009 21:53  

    Per essere precisi, il tempo riportato nella classifica ufficiale non è estremamente corretto, in quanto viene registrato quando l'addetto passa il cartellino PDO al tizio che registra l'arrivo e non al momento del taglio del traguardo.
    La classifica dei primi, invece, viene compilata manualmente da un altro addetto che registra il tempo esatto. Per cui la differenza può essere anche di diversi secondi dipendendo dalla coda che si crea al tavolo dei giudici.
    Speriamo nell'inserimento del chip.

  18. Maxxico 2 novembre 2009 22:04  

    Dopo tutti i funghi che ho mangiato la sera prima, non avevo certo voglia di cercarne altri.
    Nessuna scusa, bravo Marco, finalmente hai vinto una battaglia.
    Si vede che la dieta comincia a dare i suoi frutti. Però è triste vedere un omone di 90 kg. mangiare meno della Ritina. Contento te!

  19. Betta 2 novembre 2009 22:20  

    Insomma...nel dubbio se la nostra Rita sia arrivata terza o quinta, io, una volta tanto, farei un elogio a Mister Zanotti Senior che, senza alcun dubbio, è arrivato PRIMO VALBOSSINO!
    GRANDE!!!!

  20. Anonimo 3 novembre 2009 08:43  

    Eh si, anche tu Mister, un tempo eri cavallo di razza, adesso arrivi primo nelle categorie protette ...
    Come cambia il tempo ...
    dualMarco

  21. Anonimo 3 novembre 2009 08:58  

    mah sincemente discutere di regolamenti con il piede d'oro mi sembra una battaglia persa in partenza...un po' come cercare di far capire le cose al duce

  22. Playbeppe 3 novembre 2009 11:22  

    X Pilo:
    ma scusa cosa c'entrano le premiazioni PDO?
    Per come la vedo io le premiazioni PDO devono essere quelle di categoria, quelle a sorteggio, quelle dei gruppi, quelle di fine anno, non certo quelle della singola tappa!!!!
    Poi di chi sia la "colpa" (uso il termine che hai usato tu anche se alla fine non si tratta di colpe, ma solo di chiarire un punto secondo me nevralgico) non lo so...
    Sta di fatto che così per me non è ne giusto ne stimolante...
    Tornando all'esempio del campionato svizzero, non puoi vincere il titolo, ma compari in classifica, concorri per gli altri premi e soprattutto non sei costretto a gareggiare come NON competitivo...

  23. Playbeppe 3 novembre 2009 11:26  

    Ancora una volta hai detto bene nel caso dell'esempio svizzero:
    "Vincono la mezza di Tenero ma non il campionato svizzero.
    O no!"
    appunto, mentre al piede d'oro se arrivi primo di giornata e non sei iscrittto al PSV non vinci proprio niente...

  24. MISTER 3 novembre 2009 11:40  

    Grazie Betta molto gentile, come sempre. Grazie Dual, l'unico cavallo di razza Valbossino rimane UL SCIUR TREMEA, noi poveri tapini rimaniamo dei Bardotti. Poi riguardo alla discussione del PDO io dico: questo è un circuito competitivo con l'obbligo del pettorale, quindi chi non ha il pettorale non concorre.sarà anche semplicistico ma è così

  25. pilo966 3 novembre 2009 11:51  

    Credo che l'equivoco sia nel considerare la gara "solo" PDO o aperta anche ad altri.
    Ma qui secondo me il PDO non centra.
    Sono gli organizzatori che devono decidere come organizzare la loro corsa.
    E' lampante che il PDO prenderà in considerazione solo i suoi iscritti, non potrebbe fare altrimenti. Chi mai si iscriverebbe al CSI/PDO sapendo di rientrare comunque nelle sue classifiche e venir premiato " a prescindere"
    L'organizzatore della singola gara dovrebbe invece prevedere una seconda premiazione che tenga conto della classifica assoluta.

  26. Playbeppe 3 novembre 2009 11:55  

    X MISTER:
    bisognerebbe scindere il "competitivo" dal discorso PDO:
    ossia chi è in regola con la visita e l'affilliazione ad un ente dovrebbe avere la possibilità di partecipare ala gara competitiva a prescindere dall'iscrizione al PDO.
    Poi se oltre ad essere in regola con quanto sopra, si ha anche il pettorale allora si avrà diritto ai punti dlla generale e a tutte le premiazioni extra, nel caso contrario chiaramente no, non si potrà concorrere x il "titolo PDO", ma si dovrebbe poter concorrere per la singola tappa.
    Io la vedo così, e penso di non essere l'unico...

    X Lella:
    Se come ho capito dal tuo commento, dall'anno prossimo non si potranno più organizzare gare FIDAL, allora sarà peggio di quest'anno...
    invece di andare avanti ed aggiustare quanto di buono c'era, si torna indietro..
    oltretutto imponendo una cosa che da quanto mi risulta va anche contro le attuali convenzioni in vigore fra FIDAL e CSI.

  27. pilo966 3 novembre 2009 11:56  

    Qui però si aprirebbero infinite discussioni su chi dice che un atleta va premiato solo una volta (es solo primo assoluto e non anche primo di categoria) e chi come me dice che se sono arrivato primo assoluto e quindi primo della mia categoria e poi anche primo con i capelli biondi e gli occhi verdi devo ricevere tre premi.
    Sarebbe interessante e produttivo fare una bella riunione tra i rappresentanti del PDO e tutti gli organizzatori per approfondire questi aspetti che ASSOLUTAMENTE non sono secondari.
    Concordo in pieno con Beppe quando dice che arrivare primo e vedersi negato almeno un riconoscimento è avvilente.

  28. Maxxico 3 novembre 2009 12:07  

    Che bello non avere questi problemi!
    :-)

  29. Anonimo 3 novembre 2009 13:30  

    esatto play... da quanto mi hanno detto dal nuovo regolamento non sarà possibile organizzare una gara fidal nella gara del pdo.
    so cosa fare il prox anno!!
    lella

  30. Anonimo 3 novembre 2009 14:32  

    W LE IVV

  31. tillo 3 novembre 2009 17:11  

    hai ragione maxxico noi questi problemi non ci toccano certo che come pronunci il nome "RITA" ti scotti bisogna stare alla larga
    Betta mi sembri un pò ru......lla

  32. fiurash 3 novembre 2009 18:02  

    Beh, se guardate il volantino della 7^CAMMINIAMO INSIEME vedete che andate tutti daccordo: nella seconda pagina tra i premiati trovate "verranno premiati altri partecipanti alla manifestazione".
    Ciò vuol dire che premiamo anche i primi uomini e donne senza pettorale, non sapevo quanti perchè non sapevo quanti premi si raccoglievano, ora posso azzardare a dire 5 uomini e 5 donne "no psv" se ho altri premi allungo i premiati PSV.
    Motivo in più per non mancare, ciao.
    Davide

  33. pilo966 3 novembre 2009 18:05  

    Bravo Davide, siete la dimostrazione che le due cose possono convivere pacificamente.
    Tutti premiati, tutti contenti.
    Credo che nessuno del PDO possa sollevare critiche.
    il pilo

  34. Maxxico 3 novembre 2009 18:38  

    ... e se abolissimo tutti i premi?
    Anzi no.
    Se andassero tutti in beneficienza?

    Corriamo per il piacere di farlo, o no?!

  35. Anonimo 3 novembre 2009 20:18  

    Dall'anno prossimo il Piede d'Oro non consentirà gare Fidal e non sarà possibile premiare atleti senza pettorale.
    In più il costo d'iscrizione ad ogni gara sarà di 3 euri.
    Tutti motivi in più per fare le IVV, in più si evitano le resse alla partenza.
    Personalmente sono d'accordo con l'ultimo commento di Massimo, in fin dei conti si chiamano non competitive...
    Valerio

  36. Playbeppe 3 novembre 2009 20:38  

    Ma come??
    Non erano quelli senza pettorale a fare la NON competitiva???
    Scusate, ma nel momento in cui si parte tutti assieme al colpo di pistola e c'è un ordine d'arrivo in base ai tempi questa è gara competitiva a tutti gli effetti...
    Proprio x questo motivo il PDO è stato obbligato ad entrare nell'"universo" CSI e a richiedere il certificato di idoneità sportiva.
    Se devo correre tanto per correre lo vado a fare dietro il bosco di casa mia.
    Il punto non sono tanto le premiazioni, quanto il regolamento di cui parlavo all'inizio della discussione...

  37. Anonimo 3 novembre 2009 21:09  

    Allora Beppe, i regolamenti Fidal non si possono cambiare, ma solo aggirare facendo organizzare le gare da Pro Loco e oratori e con il doppio tesseramento CSI.
    Quanto ai regolamenti Piede d'Oro, sono d'accordo con te, il problema è che li decidono 2 o 3 persone e la maggior parte dei consiglieri sono lì solo per dire di sì.
    Ciao
    Valerio

  38. pilo966 3 novembre 2009 21:39  

    Non credo che il consiglio direttivo del PDO sia una setta massonica con due tre Gran Maestri e tutta una serie di "adepti" ossequiosi li solo per dir di si...
    Noi abbiamo demandato al ns presidente la rappresentanza della Valbossa ma "forse" era anche l' unico disposto a partecipare alle riunioni. Detto questo, se in seno alle rispettive società, qualcuno vuole farsi avanti per dire anche NO penso non sia un problema. Se viene a mancare la fiducia nei propri rappresentanti è necessario che questi ultimi lascino il posto ad altre figure, sempre se..... ci siano altre figure che abbiano voglia di lavorare in prima persona.
    Almeno questo è lo spirito che vige in Valbossa.

    il pilo, consigliere Valbossa...

  39. Anonimo 4 novembre 2009 07:42  

    Claudio, non è questione di logge massoniche o di adepti, il vostro presidente è uno dei pochi che interviene a dire la sua, semplicemente alla maggioranza dei consiglieri sta bene quello che si decide, perchè a loro interessa solo che le gare siano organizzate.
    Di entrare nel consiglio non me ne può fregare di meno, fra l'altro l'Athlon Run quest'anno non sarà nel Piede d'Oro, anche se per cause indipendenti dai contrasti di vedute che abbiamo avuto con la dirigenza.
    Ciao. Valerio

  40. pilo966 4 novembre 2009 08:03  

    Valerio se dici "Di entrare nel consiglio non me ne può fregare di meno", sbagli, perchè lasci la responsabilità delle scelte a chi la pensa diversamente da te e non hai la possibilità, invece, di far valere delle buone idee.
    Abbandonando in campo del confronto democratico, di fatto, si rinuncia ad avere il diritto di "contrasto" a decisioni, magari, sbagliate.
    Pensa se in Italia le opposizioni decidessere di abbandonare le istituzioni democratiche!! Altro che leggi ad personam o ponti sullo stretto avremmo!!!!
    Comunque i rappresentanti delle società in seno al PDO sono l'espressione, volenti o dolenti, delle società stesse. Se votano a favore o contro una proposta lo fanno con il tacito consenso della società che rappresentano. L'ho già detto, se il mio presidente non mi rappresenta più, al prossimo consiglio non lo rinomino e non lo ricandito a rappresentarmi nel consiglio del PDO ed anzi, se ci tengo veramente (tempo permettendo)mi dovrei candidare io stesso.

    Resta valida la proposta di trovarci tutti insieme per confrontare le nostre idee.

    il pilo

  41. Monikka 4 novembre 2009 11:46  

    ciao a tutti, sono nuova in questa discussione e mi spiace di non esserci entrata prima....ma vorrei rispondere ad alcune perplessità sollevate.
    come si può vedere dai vari interventi qualcuno a capito la politica del pdo altri decisamente no. buona parte di questa discussione è stta già affrontata ieri sul forum del piede d'oro, quindi le osservazioni di playbeppe sono state già evidenziate, me le segnalo per tutti gli altri:
    problema gara competitiva e non.
    lo scorso anno la Fidal ha inviato lettere minatorie di squalifica ai suoi atleti che hanno partecipato a gare non fidal e che sono entrati in classifica (gara competitiva). il PDO si è associato al CSI affinchè in base alla convenzione esistente tra CSI e FIDAL, quest'ultima non potesse ottenere la cessazione dell'attività competitiva del PDO. anche se ci siamo sempre descritti come "manifestazioni non competitive", la legge prevede che se esiste una classifica e una premiazione le manifestazioni sono a tutti gli effetti competitive e quindi soggette al controllo della Federazione.

  42. Monikka 4 novembre 2009 11:47  

    abbiamo aggirato l'ostacolo diventando circuito CSI ma questo prevede che possano entrare in classifica solo gli atleti iscritti al circuito. peraltro gli atleti menzionati, gente che sicuramente è tesserata Fidal, secondo il regolamento Fidal che ha sottoscritto al momento dell'iscrizione NON POSSONO PARTECIPARE a gare competitive che non siano Fidal. La partecipazione alle gare non competitive prevede la personale responsabilità da parte dei partecipanti sia di RC che in caso di infortunio, e quindi questa partecipazione è l'unica soluzione per gli atleti solo Fidal in quanto la copertura assicurativa della Fidal li copre solo durante le gare Fidal e non nelle altre....la convenzione tra i due enti prevede infatti la possibilità del doppio teseramento in questi casi.
    molti atleti quest'anno si sono iscritti al PDO e quindi al CSI per questo scopo infatti.

  43. Monikka 4 novembre 2009 11:47  

    per quanto riguarda i commenti di Valerio: Valerio, vorrei farti notare che ogni volta che tu sei intervenuto in consiglio, ti è stato concesso di restare anche se non ne avevi il diritto non essendo tu il rappresentante nominato dal tuo gruppo l'athlon runner e poi eletto, questo per dimostrare che sicuramente il direttivo e il consiglio non hanno segreti per gli atleti.
    ringrazio Pilo per i suoi interventi. Il suo presidente, nominato dal suo gruppo come rappresentante in seno al consiglio svolge il suo compito su delega del suo gruppo, vuol dire che parla per esso.
    gli atleti che criticano ma non vogliono prendersi impegni, forse dovrebbero provare invece a farlo. ricordo a tutti che a novembre 2010 il consiglio andrà in elezione e come al solito tutti i gruppi del PDO potrenno nominare due rappresentanti ma che tutti gli atleti interessati a LAVORARE potranno presentare la loro candidatura e partecipare alle elezioni del nuovo direttivo. Le facce nuove e volenterose sono sempre molto molto ben accette.
    Nel direttivo vengono fatte proposte e vengono votate, ognuno può dire la sua e farla poi mettere ai voti, non siamo una loggia massonica come accusato in alcuni messaggi precedenti e se come accusato sempre da Valerio molti consiglieri dicono solo si....forse è perchè va bene ciò che viene fatto non credi Valerio ???
    perfettamente giusto quanto dice in ultimo
    Playbeppe ha detto...
    Ma come??
    Non erano quelli senza pettorale a fare la NON competitiva???
    Scusate, ma nel momento in cui si parte tutti assieme al colpo di pistola e c'è un ordine d'arrivo in base ai tempi questa è gara competitiva a tutti gli effetti...
    Proprio x questo motivo il PDO è stato obbligato ad entrare nell'"universo" CSI e a richiedere il certificato di idoneità sportiva.

  44. Monikka 4 novembre 2009 11:48  

    FIURASH......MA COSA SCRIVI: "Ciò vuol dire che premiamo anche i primi uomini e donne senza pettorale, non sapevo quanti perchè non sapevo quanti premi si raccoglievano, ora posso azzardare a dire 5 uomini e 5 donne "no psv" se ho altri premi allungo i premiati PSV"
    gli altri premi previsti e non specificati non riguardano alcuna classifica o ordine di arrivo non Pdo. sarà dato un riconoscimento ad esempio ad alcuni campioni italiani di sky running e di cannottaggio che parteciperanno alla gara ma fuori classifica....sul volantino infatti non c'è scritto quanto tu riporti.
    GARE FIDAL che non ci saranno più ecc ecc.... scusate ma alla fine su 34 gare solo due sono state onologate anche Fidal, non mi sembra una grossa incidenza sull'intero campionato che dite?
    Non POSSIAMO PARAGONARCI ALLE IVV DAI !!!!!
    da ragazzina facevo le Ivv prima che arrivasse il piede d'oro, bei percorsi certo danno la possibilità di fare percorsi più lunghi per chi lo vuole,....ma ragazzi....esco da sola a farmi un giro..... anche se corro molto molto poco ma è piacevole avere un minimo di competizione, partire tutti insieme invece che farsi le passeggiate individuali...chi viene al piede d'oro ama anche queste cose, a qualunque livello, altrimenti già sarebbero andati in IVV vi pare? senza nulla togliere all'IVV sia ben chiaro...è una filosofia di corsa amatoriale diversa semplicemente.
    sono stata lunghissima scusateeeeeee spero mi abbiate letto lo stesso

  45. Playbeppe 4 novembre 2009 11:57  

    Monikka, hai centrato il punto!
    Chi viene al Piede d'Oro lo fa perchè ama la competizione!
    Per questo è avvilente che il regolamento non contempli la possibilità di inserire in classifica e premiare anche i piazzati di giornata non iscritti a tutto il circuito.

  46. fiurash 4 novembre 2009 13:03  

    Dunque, come al solito esprimere un parere in poche righe trae più danno che beneficio, mannaggia a me che ho scritto di fretta in quel poco tempo che avevo a disposizione.
    Certo Monikka, la classifica riguarda gli atleti iscritti al Piede d'oro.
    Noi a Cocquio, essendo la manifestazione a scopo esclusivamente benefico, vogliamo dare un riconoscimento ad alcuni atleti che parteciperanno all'evento proprio perchè è per beneficienza e per ciò hanno rinunciato ad andare altrove.
    Non fosse stato questo lo scopo non ci sarebbero stati premi aggiuntivi.
    Verrà così anche dato riconoscimento ai gruppi delle scuole elementari e medie che animeranno la giornata con la loro allegria e voglia di stare insieme a tutti, i nuclei interni della Sacra Famiglia, l'Atletica Gavirate che tutti gli anni accompagna in gruppo i disabili in carrozzina, e saranno ringraziati anche Emanuela Brizio e Marco Zarantonello per la loro PRESENZA corrano o no, che forti dei titoli da loro conquistati eleveranno il prestigio della manifestazione.
    Tali premi sono esclusivamente a titolo di riconoscimento e ringraziamento per la partecipazione essendo loro coscienti di essere fuori classifica.
    Spero che il mio intervento precedente non porti altre discussioni e non crei malumori all'interno del PSV verso il comune di Cocquio Trevisago e il Gruppo Sacra Famiglia.
    Grazie per l'attenzione.
    Davide

  47. pilo966 4 novembre 2009 13:59  

    Il mondo è bello perchè è vario (o avariato)!!

    il pilo

  48. Anonimo 4 novembre 2009 18:30  

    ho letto e riletto, e sapete cosa mi viene da dire? che schifo!
    denigrare le ivv? non sono competitive? dipende da chi e con che spirito si partecipa... sono solo due le squadre che organizzano gare fidal? meglio farle fuori... tanto fuori uno dentro un'altro...
    le premiazioni? tanto nel "giro" del pdo si sa sempre chi entra sempre nei premi e tutti gli altri 400 e rotti? vengono perchè c'è la competizione? mah...
    qualcuno ha la bella pensata di premiare anche chi non è iscritto al pdo: apriti cielo sia mai, che affronto.
    la ruota gira.... non mi ricordo se il detto è "chi di spada ferisce, di lama perisce, ma se anche non è così, il coltello non sempre capita dalla parte del manico.
    scusate lo spazio rubato, ma sono pensieri a ruota libera che mi sono venuti leggendo alcuni post.
    ciao ciao...
    graziella liuzzo

  49. pilo966 4 novembre 2009 19:19  

    Perchè che schifo?
    Stiamo pacificamente parlando come amici al bar e nessuno deve sentirsi schifato quando la dialettica è pacata.
    Ragazzi...ragazze...attenzione a non trascendere e a non esagerare.
    Monikka non ha detto che le IVV sono una schifezza come non ha detto che le società che hanno organizzato gare Fidal vanno fatte fuori e rimpiazzate.
    Ha fotografato la realtà.
    Al PDO in tanti ci vanno per competere nella propria categoria, che siano trentenni o sesantacinquenni, o per "battersi" con un amico. Io cerco spesso i miei riferimenti da battere: il Mister o Giovanni così come il Tremea cerca il "signortremea" da superare. Alle IVV ci si va per corresre rilassati, per stare in compagnia, per i percorsi belli e lunghi (io tante volte le faccio per fare i lunghi). Sono circuiti con obiettivi e appassionati differenti, ma tutt'e due rispettabilissimi.
    Se ci sono state solo due società che hanno organizzato gare Fidal vorrà dire qualcosa. Quest'anno nessuno lo vietava, eppure...
    Eppoi se ne stiamo discutando così tanto vuol dire che la cosa appassiona e questo deve fare piacere.
    Speriamo che chi di dovere (i ns rappresentanti in seno al consiglio PDO) tengano in considerazione la base che li ha eletti.

    il pilo

  50. Anonimo 4 novembre 2009 20:54  

    non mi sembra di aver alzato toni, ma appunto da amici al bar ho espresso dei pensieri, come quelli esposti negli altri post. per me è schifo questo continuo mettere paletti e vincoli. vanno bene le regole ma non esagerare.
    graziella liuzzo

  51. piede 5 novembre 2009 11:32  

    Beppe, il regolamento è stato fatto così...perchè è l'unico modo per sopravvivere come ti ho detto. la Fidal ha il "diritto" di imporre le sue regole essendo federazione nazionale. Non premiando gli atleti Fidal che si qualificano tuteliamo anche loro che altrimenti sarebbero soggetti a squalifica.
    i regolamenti sono regolamenti....ma non solo i nostri !!!

  52. Playbeppe 5 novembre 2009 13:04  

    Ok, ma mi chiedo non esiste il modo di fare un cartellino giornaliero CSI come succede per la FIDAL???
    Chi si vuole iscrivere alla competitiva senza avere il pettorale PDO e l'affiliazione al CSI, ma essendo comunque in regola con la visita medica, paga una cartellino giornaliero al CSI e può così concorrere alla classifica di giornata (anche se è tesserato per la FIDAL).
    Son sicuro che volendo una soluzione la si troverebbe.

  53. Playbeppe 5 novembre 2009 13:07  

    NOTA BENE: io come tanti altri sono anche FIDAL....

  54. Anonimo 5 novembre 2009 13:29  

    per quello che ne so' io il cartellino giornaliero csi non esiste .si erano informati gli organizzatori di Albizzate appunto per risolvere il problema.Purtroppo concordo nel sostenere che la fidal pone troppi paletti oltretutto i dirigenti fidal li interpretano a loro piacimento. Concordo con il piede d'oro riguardo l'esclusione delle gare fidal dal calendario,visto anche come si sono organizzate,e cioè escludendo dalla classifica i tesserati csi e inponendo loro il pagamento di 1 euro el'obbligo di correre senza pettorale piede d'oro a chi voleva entrare in classifica contrariamente al regolamento fidal. ciao il lupo

  55. pilo966 5 novembre 2009 13:36  

    Noi Valbossa ci siamo interessati sulla possibilià di fare il cartellino giurnaliero. ATTENZIONE però. Parlando di FIDAl il cartellino può essere fatto solo iscrivendosi alla gara entro il giovedi perchè l'elenco dei cartellini giornalieri la Fidal deve inviarlo all'assicurazione (UNIPOL) il venerdì. Per cui tutti quelli che arrivano il giorno della gara non possono essere iscritti (perchè senza assicurazione) alla competitiva (tutto questo ribadito durante una riunione di 8-10 mesi fa con i rappresentanti FIDAL a Busto Arsizio). Diffidate quindi dalle gare che vi chiedono la domenica mattina di fare il cartellino FIDAl giornaliero, vi rubano i soldi e Fidal non vi riconosce come iscritti regolari.

    il pilo

  56. pilo966 5 novembre 2009 13:38  

    Aggiungo un'ultima cosa.
    Ma visto che quelli che corrono e vincono sono sempre gli stessi, perchè non fanno anche sto benedetto tesserini CSI e si iscrivono regolarmente al PDO (15-16 euro in tutto)?

  57. Playbeppe 5 novembre 2009 13:51  

    Una cosa è certa:
    quella del regolamento PDO è una questione molto sentita, lo testimoniano i numerosissimi commenti comparsi in neanche 3 giorni; sempre da questa discussione è emerso che ci sono sicuramente degli aspetti che necessitano perlomeno di ulteriori riflessioni(e su questo penso aiamo tutti d'accordo).
    Spero che tutte queste opinioni/idee/proposte vengano prese in considerazione dall'attuale consiglio direttivo, e chissà mai che da un sano confronto possano uscire delle nuove soluzioni in grado di migliorare quello che è l'attuale regolamento.

    X PILO:
    ti ribadisco che almeno dal mio punto di vista, non è una questione riferita a "quei pochi", che vincon sempre loro...
    è più che altro una questione di principio e di logica...
    Non centrano i premi o la posizione occupata, ma il fatto di non poter comparire nella classifica di giornata (anche se 200esimo)pur essendo dei competitivi a tutti gli effetti, solo perchè non si è iscritti a tutto il circuito...

  58. fff 5 novembre 2009 18:18  

    La musica è sempre quella, composta da due solo note: sol-do.
    tutto gira attorno a quello.
    per correre devi pagare il pettorale del PDO, la tessera CSI , la tessera FIDAL, l'iscrizione alla gara.....ecciumbia!
    moltiplicato per le centinaia di podisti....facciamo i conti...ed anche i marchesi...sono dobloni sonanti che girano.
    l'unica cosa sacrosanta è imporre la visita medica, le comlicazioni sono state attuate solo per esborsare e quindi allegerire le tasche di coloro che praticano quello che ERA lo sport più parco che si poteva praticare.

  59. piede 5 novembre 2009 18:31  

    non si può fare un cartellino giornaliero in quanto il CSI lo prevede ma ha un puro valore assicurativo per l'atleta. il problema resta però la Fidal che non permette che i suoi atleti gareggino competitivamente in altre manifestazioni. forse un giorno si riuscirà ad ovviare a questo in un raffronto con la fidal, ma questo momento purtroppo non è ancora giunto.
    chissà....attendiamo

  60. Playbeppe 5 novembre 2009 19:17  

    Bè, non è proprio così...
    Io sono tesserato FIDAL, ma ho anche l'affiliazione al CSI: in questo modo pur essendo FIDAL, posso correre tranquillamente anche al Piede d'Oro; lo stesso meccanismo dovrebbe valere per il tesseramento giornaliero...
    Altrimenti vuol prorpio dire che oltre ad avere dei regolamenti discutibili (parlo della FIDAL), sono anche contraddittori...

  61. Playbeppe 5 novembre 2009 19:24  

    E comunque concordo in pieno con fff:
    troppa burocrazia e troppi soldi...
    se si continua su questa strada parecchia gente si stancherà di perdere più tempo appresso ai regolamenti e alle tessere che per correre...
    Io son già sulla buona (o cattiva) strada...

  62. Yeti 6 novembre 2009 18:51  

    62 RECORD!!!!!!!!!!

  63. piede 6 novembre 2009 22:44  

    beppe la convenzione tra fidal e csi permette il doppio tesseramento, per questo tu come altri potete correre tranquillamente in entrambi i circuiti. il "tesserino giornaliero" nel nostro caso, cioè CSI sarebbe solo assicurativo, non un tesseramento vero e proprio quindi renderebbe gli atleti fidal soggetti a squalifica. regolamento fidal non csi che sia chiaro.

  64. Playbeppe 7 novembre 2009 11:51  

    Vorrei solo segnalarvi un paio di paragrafi relativi all'attuale convenzione in essere tra CSI e FIDAL; Questo è il link dove trovare la convenzione per chi non l'avesse sotto mano:
    http://www.csi-net.it/Documenti/_145881086.pdf

    Pagina 4 di 9, al paragrafo 2.2 e successivamente l'allegato sub1 (pagina 7 di 9) ai paragrafi 4.2 e 4.5.
    A me non sembra che agli atleti tesserati FIDAL sia vietato partecipare a gare di altri enti promozionali sportivi...

    Dopo di chè mi fermo: come già scritto spero solo che chi attualmente può prendere certe decisioni, magari faccia ulterioi riflessioni sull'intera questione.
    Buone corse a tutti.
    Beppe

  65. monikka 9 novembre 2009 12:50  

    come specificato dal presidente e dal segretario Fidal in uno degli incontri avuti nel mese di marzo....certo che possono partecipare ma a livello amatoriale. l'atleta fidal secondo il regolamento può correre agonisticamente solo fidal se non ha altri tesseramenti come csi, uisp e altri in base alle convenzioni sottoscritte.
    essere premiati vuol dire però partecipare a una gara agonistica, quindi motivo di diffida di squalifica per l'atleta.
    sono solo cavilli....ma non nostri.
    la soluzione che il pdo si è trovato costretto ad adottare è stata trovata a un tavolo con la fidal e il csi interpretando la convenzione

  66. Playbeppe 9 novembre 2009 13:20  

    Scusa Monikka, ma hai letto i paragrafi della convenzione NAZIONALE fra Fidal e CSI che ho sopra citato?
    Secondo il mio modestissimo parere, vanno decisamente in disaccordo con quanto scrivi. Non sei d'accordo?
    Mi sembra ci sia davvero moooolta confusione...

  67. pilo966 9 novembre 2009 16:21  

    Beppe, in effetti la confusione è tanta.
    Io ci ho capito quanto segue:

    Punto 3.3
    Se vuoi organizzare una gara agonistica con atleti Fidal devi affiliarti alla Fidal
    Ne deduco che se NON fai una gara Fidal, l’atleta “solo” Fidal non può parteciparvi.

    Punto 3.7
    Per manifestazioni non competitive si intendono quelle che non prevedono il Servizio di gestione tecnica da parte del Gruppo Giudice Gare della FIDAL con rilevazione ufficiale dei tempi, dell’ordine di arrivo, di classifica e premiazioni individuali.
    E’ un po’ nebuloso
    Io capisco che la gara si considera agonistico-competitiva se ci sono i giudici Fidal con rilevazione ufficiale … e tutto il resto.
    Quindi potrebbe significare che se non chiami i giudici Fidal ma prendi comunque i tempi e fai una classifica la tua è comunque una gara NON competitiva.
    Potrebbe però voler anche dire che ognuna di queste cose è sufficiente a definire “competitiva” una gara (cosa più logica).

    Punto 4.3
    Qui dice che gli atleti (non meglio specificati ma io credo Fidal) possono partecipare se sono tesserati Fidal e la gara è di una società affiliata Fidal.

    Punto 4.5
    Dice che i tesserati Master (ma anche nel punto 4.3 parla di Master) possono partecipare a gara CSI se la soc. che organizza è affiliata alla Fidal

    Dimmi se tu hai capito altro

    il pilo

  68. Playbeppe 9 novembre 2009 16:56  

    Ciao Pilo, mi sta venendo mal di testa....

    Punto 3.3
    ok!

    Punto 3.7
    Qui non son troppo d'accordo con quello che scrivi. Il punto è molto chiaro e non lascia possibilità di interpretazioni: per la FIDAL tutte quelle manifestazioni che non prevedono il Servizio di gestione tecnica da parte del Gruppo Giudice Gare della FIDAL con rilevazione ufficiale dei tempi, dell’ordine di arrivo, di classifica e premiazioni individuali NON sono competitive.
    Una cosa non esclude l'altra; quindi le gare del PSV secondo questo punto continuano a non essere competitive.

    Punto 4.3
    Ok!

    Punto 4.5
    Questo è davvero nebuloso...
    Gli Enti di Promozione Sportiva (quelli riconosciuti dal coni sono: A.C.S.I. - A.S.I. -C.N.S. Libertas - C.S.E.N. - C.U.S.I. - MSP Italia -U.S. ACLI - A.I.C.S. - C.S.A. IN. - C.S.I. - E.N.D.A.S - U.I.S.P. - P.G.S.) quindi anche ad una manifestazione CSI un atleta Fidal vi può partecipare se la società che la organizza è affiliata alla Fidal...
    ?????????
    A parte che non capisco he senso abbia che una società affiliata alla Fidal organizzi una manifestazione CSI, ma in ogni caso che la società sia o meno affiliata alla Fidal, la manifestazione non lo è!!! In questo caso l'atleta Fidal può prendervi regolarmente parte???
    Maaaaa....

    Ci aggiungerei una riflessione al punto 4.2 che fa un ulteriore distinguo fra i tesserati Fidal-CSI che appartengono alle categorie Esordienti, Ragazzi, Cadetti e Amatori: per queste categorie, sembra non esserci nessun vincolo a partecipare a manifestazioni organizzate da l'uno o dall'altro ente.

    Adesso mi sta scendendo anche sangue dal naso.... ^_^
    Più la leggo sta convenzione e più capisco che non ci "salveremo" più...
    Io l'anno prossimo mi sa che non mi tessero più a questi burocrati della Fidal...

  69. Runners Valbossa 9 novembre 2009 17:20  

    Se il punto 3.7 è come dici tu, concordo che le gare PDO non sono competitive per la FIDAL. A questo punto le società che organizzano una gara possono prevedere le classifica assoluta (e premiare tutti) e la classifica PDO.
    Siccome però mi sembra troooppo facile ci vorrebbe un dirigente Fidal che chiarisca la questione.
    Resta però il fatto che chi non è iscritto al PDO non può pretendere i premi del PDO (o di rientrare nella sua classifica) (e questo vale per tutti i circuiti, definiamoli, a tappe).

    Per quanto mi riguarda non rifarò per il 2010 la tessera Fidal, assolutamente inutile vista la validità pressochè totale della CSI (salvo per gli atleti che desiderano partecipare ai vari campionati FIDAL).

    Ciao
    il pilo