7

TREBRINZIO

Pubblicato il 27.10.09

by Andrea Basoli

Nell’ultima domenica di ottobre, incorniciata da una giornata a di sole dir poco meravigliosa, è andata in onda l’edizione 2009 della TREBRINZIO, gara composta da una frazione in bici mtb della lunghezza totale di 14 km e una frazione di corsa a piedi per un totale di 9 km.
Lo scenario della competizione è stata la pista di sci da fondo di Brinzio, posta alle pendici del Campo dei Fiori.
Il percorso veramente spettacolare, un anello di 4,5 km da ripetersi più volte, partiva dalla pista di fondo, puntava in direzione Rasa di Varese per poi ritornare in direzione di Brinzio sempre e solo su percorso boschivo sterrato caratterizzato da continui sali-scendi, non particolarmente tecnici per i podisti, ma comunque molto impegnativi.

Numerosi i partecipanti che si sono dati battaglia nelle varie discipline.
Io con l’amico e compagno di squadra Valbossa Peppo, che farà la frazione in mtb, ci siamo dati appuntamento direttamente sul campo di battaglia.
Appena arrivato, Peppo mi dice che il percorso, per i ciclisti, è piuttosto tecnico e che lui, prediligendo la bici da strada, cercherà di limitare i danni.
Comunque non mi preoccupo perché, vista la giornata, siamo a Brinzio per divertirci e poi so che il grande Vuolo è un tenace e ci darà dentro di brutto.
Alle dieci precise si aprono le danze con tutti i ciclisti agguerriti sulla linea di partenza e, come già sapevo, Peppo parte alla grande e con “grinta da mastino”.
Al passaggio del primo giro è messo bene in posizione, più o meno nei primi venti, ma già al secondo giro guadagna qualcosa, posizionandosi verso la 15° posizione che mantiene fino alla fine.
Ma ora tocca a me e l’obbiettivo è quello, oltre di essere alla pari come grinta e tenacia del mio socio, di percorrere i 9 km nel miglior tempo possibile rispetto a gli altri avversari cercando così di piazzare al nostra accoppiata nei primi tre posti della classifica generale.
Al cambio parto spedito, le gambe girano bene, correre per i boschi di Brinzio mi da soddisfazione e il primo giro sembra finire in un lampo.
All’inizio del secondo Peppo, Alexia, Renato incitandomi mi dicono che, fino a quel momento, siamo quarti, ma che il terzo posto è poco più avanti.
E, in fatti, dopo un chilometro aggancio e stacco il mio avversario e, temendo un suo ritorno, aumento il ritmo incrementando ancora di più il distacco, che mantengo fino alla fine.
Appena tagliato il traguardo ho la conferma che la coppia Vuolo – Basoli si è piazzata in terza posizione assoluta a poco più di due minuti dalla prima e a poco più di un minuto dalla seconda.
Siamo entrambi soddisfatti della gare e delle nostre singole frazioni e ci proponiamo di migliorare l’anno prossimo puntando sempre più in alto.
Giornata TreBrinzio colorata Valbossa anche grazie alle ottimi prove del Mister Mario (Zanotti), di Peruzotti, di Gioia,  di Brusa, del Tillo, di Tremea e di Cason.
La mattinata a Brinzio, nel post premiazione, si conclude con un giro panoramico per bel pesino ai piedi del Campo dei Fiori.
Consiglio a tutti questa bella gara, sia come partecipazione di atleti che di pubblico, sia per la bellezza naturale del percorso.
Se qualcuno fosse interessato alle classifiche, basta andare sul sito http://www.scinordicovarese.it/ e cliccare su “classifiche”.
Saluti Andrea Basoli

7 commenti
  1. Anonimo 27 ottobre 2009 10:52  

    Troppo gentile .
    Se non era per te ....altro che terzo.
    Peppo

  2. MISTER 27 ottobre 2009 12:21  

    Grande Peppo mi hai stupito!!
    Per il terzo anno di fila
    ho partecipato, ragazzi quest'anno
    ho visto tutti i santi. Devo dire che è un percorso molto duro, però
    la tipologia della gara è elettrizzante, sicuramente totalmente diversa da tutte le gare che facciamo. Io la consiglio ai Valbossini.

  3. Anonimo 27 ottobre 2009 13:28  

    ma Roberto ha corso con Ilaria mano nelle mano visto lo stesso identico tempo?ciao il lupo.

  4. Anonimo 27 ottobre 2009 14:07  

    ma va là...eravamo pure distanziati di almeno 10-15 minuti. Il caso...

  5. tillo 27 ottobre 2009 20:45  

    confermo, è una gara molto bella vuoi per il posto, vuoi per il veder sfrecciare quei matti con la MTB e poi vuoi mettere avere il MISTER a 100 mt che stimolo.
    Mi spiace non aver visto la sfida 3mea-pilo .Grande 3mea e peppo

  6. 3mea 27 ottobre 2009 21:15  

    tutti i valbossini soddisfatti della propria gara,molto bene.per l'anno prossimo ritorneranno sicuramente anche il pilo e dualrampi(col quale ho alcuni conti in sospeso!!!)
    ciao

  7. Anonimo 28 ottobre 2009 08:15  

    Grande 3mea!!!! Mi han detto che in mtb andavi come fossi un gambero, 1 pedalata avanti ed 2 indietro!!!!
    Cmq, visto che ormai ho perso il socio Galba che farà ancora individuale ... l'anno prossimo Pilo mtb e dual a piedi!
    dualRampi