7

Ecco il fantastico reportage fotografico della trasferta in Val Formazza.

DSCN6742

La nostra StraGilda si prende la rivincita e commenta: “Saremo anche degli stramazzati ma guardate cosa ci hanno fatto di vedere le nostre gambe!”

Brava, siamo orgogliosi di te.

Cronaca di Silvano Crosta tratta dal sito Spirito Trail

Loc. Riale, 19 Luglio 2009. Come per molte altre competizioni che toccano le cime dei nostri monti, anche per questa gara quest’anno è stato modificato il percorso per la presenza di neve che è caduta abbondante proprio venerdì scorso.
Alle 8,30 partenza della gara lunga e dopo 15 minuti prende il via anche la più corta. In effetti il percorso rivisto prevede che la gara corta di 20 km corrisponda alla prima parte della gara lunga di 28 km ed il cancello delle 3 ore è posto proprio in concomitanza della zona arrivo e partenza.
I primi tranquilli km sono intorno al lago Morasco (1815 mt) poi si inizia a salire ed in 3 km si superano i 2500 mt arrivando al rifugio Mores. Superata la diga Sabbioni si scende in un misto neve e palta dove qualsiasi grip è comunque insufficiente, paesaggio surreale sulla piana dei Camosci, un manto di neve spezzato solamente da una traccia di Runners. Passaggio al rifugio Città di Busto e poi discesa ripida e tecnica verso il lago Moresco. Si costeggia il lago dalla parte opposta dell’andata per poi affrontare una salita taglia gambe di circa 200 mt. Discesa su una carrozzabile che riporta a Riale dove è previsto per alcuni l’arrivo, per altri il passaggio e per molti altri lo stop forzato dopo aver percorso 20 km e 1200 mt di dislivello.
La gara continua affrontando una nuova impegnativa salita che in meno di 2 km ci riporta a quota 2240 mt. verso il Lago Castel. Raggiunto il lago mancano circa 4 km all’arrivo, discesa tranquilla senza troppe difficoltà. Arrivo a Riale con simpatico slalom nel paesino, totale 28 km con 1600 mt di dislivello.
Organizzazione senza pecche, forse l’unico neo è il cancello delle 3 ore che posto dopo gli impegnativi primi 20 km è risultato molto più selettivo che l’anno precedente.
Gara da rifare nel 2010, sperando di raggiungere il 3000 del rifugio 3A.

Silvano

7 commenti
  1. silvanoc 20 luglio 2009 16:29  

    Brava Gilda, davvero delle belle foto .... rendono veramente l'idea della bellezza del posto e della fatica fatta per arrivare ....
    Non mi sono ancora ripreso del tutto sia per l'emozione sia per la fatica !!

  2. tillo 20 luglio 2009 17:31  

    Gilda ieri ti sei superata oltre a correre hai fatto delle foto molto belle. Da parte mia riconsco che il trail del Bettelmatt nonostante i problemi di neve fresca è stata una gara magnifica complimenti agli organizzatori.

  3. Yeti 20 luglio 2009 18:34  

    Brava Gilda ,senza parole le foto sono fantastiche.2 giugno rivincita.

  4. MISTER 20 luglio 2009 19:18  

    Grandi Raga sembra un fotomontaggio di fff

  5. claudioc 20 luglio 2009 22:24  

    Gilda sei grandissima hai fatto delle foto fantastiche oltre essere una grande podista sei anche una grande fotografa anche nelle competizioni del tuo zar fai sempre delle bellissime foto brava veramente ciao claudio

  6. Barbarella 21 luglio 2009 17:26  

    complimenti alla fotografa ....DAVVERO EMOZIONANTI!

  7. Il Poggio 22 luglio 2009 10:07  

    Grazie a tutti i presenti alla Bettelmatt per la compagnia e la bella giornata. Sugli organizzatori ci sarebbe qualcosa da dire ma lo farò secondo canali istituzionali. Brava Gilda, ottime foto:-))